fbpx

Il ruolo dei cani nei soccorsi dopo un terremoto: come i cani salvano vite umane

Lo straordinario contributo del cane nelle operazioni di soccorso successive a un terremoto
utilizzo dei cani nei soccorsi dopo un terremoto: come i cani salvano vite umane
noskaphoto - stock.adobe.com
utilizzo dei cani nei soccorsi dopo un terremoto: come i cani salvano vite umane
noskaphoto - stock.adobe.com

Il ruolo dei cani nei soccorsi dopo un terremoto: come i cani salvano vite umane. I cani sono animali straordinari e hanno un’abilità innata per rilevare odori. Questa caratteristica li rende perfetti per essere utilizzati nelle operazioni di soccorso in caso di terremoto. In questo articolo, esploreremo come i cani vengono addestrati per i soccorsi in caso di terremoto e come possono essere utilizzati per salvare vite umane.

Come i cani vengono addestrati per i soccorsi in caso di terremoto

Il training di un cane per i soccorsi in caso di terremoto è un processo lungo e complesso che richiede molta pazienza e dedizione da parte dell’addestratore e del cane. I cani vengono addestrati per rilevare odori specifici come quello delle persone intrappolate sotto le macerie. L’addestramento include anche esercizi per aiutare i cani a diventare abili nel muoversi in ambienti confinati e sconnessi, come quelli creati da un terremoto.

Il ruolo dei cani nei soccorsi dopo un terremoto

Una volta addestrati, i cani vengono utilizzati in combinazione con altre tecnologie come la geolocalizzazione e i sensori termici per individuare le persone intrappolate. Le squadre di soccorso lavorano in stretta collaborazione con i cani, utilizzando i loro segnali per individuare le aree in cui concentrare i loro sforzi di ricerca e soccorso. Inoltre, i cani sono utilizzati anche per aiutare a rilevare eventuali pericoli per la sicurezza, come gas tossici o perdite di energia elettrica, che possono mettere a rischio la vita delle persone coinvolte nelle operazioni di soccorso.

Leggi anche  Volkmar cane da valanga arruolato nei Carabinieri

I vantaggi dell’impiego dei cani nei soccorsi dopo un terremoto

L’utilizzo dei cani nei soccorsi dopo un terremoto si è dimostrato estremamente efficace. La loro capacità di rilevare rapidamente la presenza di persone intrappolate sotto le macerie può fare la differenza tra la vita e la morte per molte persone. Inoltre, l’utilizzo di cani addestrati per i soccorsi in caso di terremoto può anche accelerare i tempi di soccorso, consentendo alle squadre di concentrarsi su aree specifiche e riducendo i rischi per le persone coinvolte nelle operazioni di soccorso. I cani sono dunque elementi insostituibili nelle operazioni di soccorso. Il loro contributo e la loro generosità sono straordinariamente preziosi.

ruolo dei cani nei soccorsi dopo un terremoto
xy – stock.adobe.com

Le razze di cani più comunemente utilizzate nei soccorsi dopo un terremoto

Ecco di seguito alcune delle razze utilizzate nei soccorsi successivi a una scossa di terremoto.

Labrador Retriever: sono cani molto intelligenti e facili da addestrare, con un’ottima capacità di rilevare gli odori. Sono anche robusti e resistenti, il che li rende adatti per muoversi in ambienti sconnessi e pericolosi.

Golden Retriever: sono cani dall’aspetto simile ai Labrador Retriever, ma con un pelo più lungo. Sono molto affettuosi e socievoli, il che li rende ideali per lavorare in squadra con le persone.

Border Collie: molto intelligenti e attenti, con un’ottima capacità di seguire i comandi. Sono anche molto energici e lavorano per lunghe ore senza stancarsi.

Pastore Tedesco: molto forti e resistenti, con un’ottima capacità di rilevare gli odori. Sono anche molto fedeli e protettivi, il che li rende adatti a lavorare in ambienti ostili.

Cocker Spaniel: cani piccoli e agili, con un’ottima capacità di rilevare gli odori. Sono anche molto affettuosi e socievoli, il che li rende ideali a lavorare in squadra con le persone.

Leggi anche  Cani da ricerca persone scomparse: caratteristiche e lavoro svolto

Occorre ad ogni modo tenere presente che, al di là dei criteri che si basano sulla razza, la selezione dei cani per il soccorso nei terremoti avviene principalmente in base alle capacità individuali del cane, al suo carattere e alla sua capacità di adattamento a situazioni potenzialmente stressanti.

Quali rischi corrono i cani impiegati nel soccorso dopo un terremoto?

I cani impiegati nei soccorsi dopo un terremoto potrebbero essere esposti ad alcuni rischi, che grazie alle rigorose precauzioni utilizzate dai soccorritori, sono ovviamente ridotti al minino. Tra i principali rischi troviamo:

Lesioni fisiche. I cani che lavorano nei soccorsi dopo un terremoto possono essere esposti a lesioni fisiche come tagli, fratture, ustioni e ferite da schiacciamento a causa delle macerie e dei detriti presenti nell’area colpita dal terremoto.

Malattie. I cani possono contrarre malattie a causa dell’esposizione a sostanze tossiche o pericolose presenti nelle macerie, come gas tossici o amianto.

Stress. I cani possono sperimentare stress a causa delle condizioni di lavoro spesso difficili in cui sono impegnati.

Le rigorose misure di prevenzione del rischio

Per prevenire tutti questi rischi, le squadre di soccorso prendono misure rigorose, volte a proteggere i cani e garantire loro la massima sicurezza. Specifiche protezioni per le zampe, adeguato riposo, nutrizione ben bilanciata e costante controllo delle loro condizioni di salute sono solo alcuni degli accorgimenti che vengono regolarmente adottati dalle squadre di soccorso al fine di garantire ai cani da macerie tutta la sicurezza e il benessere che meritano. Inoltre, è molto importante che i cani che lavorano in queste condizioni siano selezionati e addestrati in modo adeguato per questo tipo di lavoro.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto