fbpx
vita da cani info intestazione testata giornalistica interamente dedicata al cane

Cani e fuochi di artificio: i consigli degli esperti per i botti di fine anno

Cani e fuochi di artificio: i consigli degli esperti per i botti di fine anno

Cani e fuochi di artificio: i consigli degli esperti per i botti di fine anno. La tradizionale pratica dei fuochi d’artificio nella sera del 31 dicembre, spesso così tanto attesa da un gran numero di persone che si apprestano a festeggiare l’inizio del nuovo anno, può rappresentare un’esperienza davvero spaventosa per i nostri amati animali domestici.
Quali sono le reazioni comuni che i cani possono manifestare sotto l’effetto visivo e sonoro dei fuochi d’artificio e cosa possono fare i proprietari per proteggere la salute e il benessere dei loro amici a quattro zampe? Ce lo spiega un’indagine condotta da Rover.com, la più grande rete al mondo di pet sitter e dog walker a 5 stelle.

Cani e fuochi d’artificio: le reazioni dei cani e le preoccupazioni dei proprietari

Considerando che solo l’8% dei cani e dei gatti sembra non essere influenzato dai botti di fine anno e alla luce dei molteplici effetti negativi che questi possono avere sugli animali, non sorprende che molti proprietari si sentano preoccupati. La paura più comune (47%) è quella che i propri animali possano riportare traumi, seguita dalla preoccupazione che l’esperienza possa danneggiare il loro benessere mentale (32%). Altri timori includono il timore che possano farsi del male (29%) o scappare in preda all’agitazione (26%), fino alla preoccupazione che potrebbero persino perdere la vita (20%).

Queste preoccupazioni portano il 28% dei proprietari di cani e gatti a restare a casa durante il Capodanno per stare vicino ai propri animali, mentre il 17% cerca alternative per trascorrere le festività lontano dai centri abitati, in luoghi solitamente più tranquilli, al fine di ridurre al minimo l’esposizione ai fuochi d’artificio.

Leggi anche  Perché il mio cane scava? Cause e rimedi

Per i cani, i rumori forti come i fuochi d’artificio sono percepiți come una minaccia, il che li porta a manifestare reazioni difficili da controllare, ha dichiarato Adem Fehmi, comportamentista per cani di Rover. È quindi fondamentale adottare soluzioni per prepararsi ai festeggiamenti.

Perché il cane ha paura dei botti di fine anno?

Cani e fuochi di artificio: i consigli degli esperti

Ecco quattro consigli stilati dagli esperti Rover.com,  per aiutare a calmare i propri amici a quattro zampe durante i fuochi d’artificio a Capodanno:

1. In casa sono al sicuro

Assicuratevi che i vostri animali siano in casa ben prima che i fuochi inizino. I cani che rimangono all’aperto durante i botti potrebbero essere troppo spaventati per tornare dentro la propria abitazione e in preda al panico, potrebbero saltare delle recinzioni che normalmente non scavalcherebbero.

2. Non lesinate le coccole

Anche se le vecchie teorie comportamentali raccomandavano di evitare le coccole, in realtà, per alcuni cani, dedicare un’attenzione in più, può risultare di grande beneficio. Nulla di male, quindi, tranquillizzare con qualche coccola. Dal sondaggio emerge che il 65% dei padroni adotta già questa soluzione per calmare il proprio animale.

Coccolare il vostro animale domestico come forma di ricompensa per il suo comportamento tranquillo durante i fuochi d’artificio può essere, dunque, un metodo efficace. Tuttavia, è importante farlo senza creare troppo rumore o agitazione, poiché questo potrebbe involontariamente far percepire al cane che c’è una minaccia da temere, mentre l’obiettivo è quello di aiutarlo a comprendere che non c’è nulla di cui preoccuparsi.

3. Una questione di training

Nonostante solo il 3% dei padroni prepari il proprio cucciolo ai rumori nelle settimane precedenti, riproducendo video di fuochi di artificio e audio con suoni simili, in realtà questa pratica è piuttosto utile e prima si inizia a desensibilizzare il cane ai rumori, più è probabile che sia efficace.

Il cane Myko ha paura dei botti: ecco la sua panic room

Utilizzate la tecnologia a vostro vantaggio, ad esempio riproducendo video di fuochi d’artificio su YouTube o addirittura i suoni attraverso smart speaker. Iniziate a riprodurli leggermente in sottofondo, senza alcuna immagine, e aumentate il volume man mano che i giorni passano. Soprattutto per i cani è possibile addestrarli anche mentre si cammina, mettendo il cellulare in tasca e riproducendo il rumore dei fuochi d’artificio in modo leggero. Assicuratevi, però, di introdurre il rumore alla fine della passeggiata, quando il cane è più stanco.

Leggi anche  Cane a Capodanno: lasciarlo a casa o portarlo con sé?

4. Tenete il vostro pet occupato

Durante i fuochi d’artificio fate svagare il vostro cane con dei giochi o distoglietegli l’attenzione dai botti di fine anno con dei croccantini. Il 16% degli italiani utilizza questa tecnica, che aumenta di efficacia se si inizia con queste tattiche prima che partano i fuochi. Durante i botti gli animali potrebbero avere paura, ma, se iniziate a deconcentrarli dall’ambiente esterno prima che si impauriscano, è più probabile che si riesca a prevenire l’insorgere dell’ansia.

Fondamentale, per gli animali, è quello di non rimanere da soli durante lo scoppio dei fuochi. Questo aspetto è riconosciuto da molti italiani, tanto ché quasi la metà dei padroni (49%), qualora non possa stare con il proprio animale domestico a Capodanno, sarebbe disposta a lasciarlo a qualcuno di fidato che se ne possa prendere cura.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto