fbpx

“Elio, un amore ridicolo”: intervista all’autrice Luisa Codeluppi

Lo straordinario impatto del cane Elio sulla vita di Luisa, scrittrice alle prese col diabete 1
luisa codeluppi
Luisa Codeluppi
luisa codeluppi
Luisa Codeluppi

“Elio, un amore ridicolo”: intervista all’autrice Luisa Codeluppi. Sono molti i libri che vedono protagonista il cane e che narrano della meravigliosa relazione che si instaura inevitabilmente tra un essere umano e il suo fedele compagno a quattro zampe. Sono storie di affetto, di lealtà, di anime che entrano nelle nostre vite e ne trasformano il corso, le storie, i destini, introducendo prospettive così ricche e spesso così inaspettate, che ai più, a coloro che non vivono al fianco di un cane, rischiano di apparire impossibili, troppo belle per essere vere o, addirittura, ridicole.

Una di queste storie vede protagonista Elio, il cane adottato da Luisa Codeluppi. Nata in provincia di Reggio Emilia, dove vive e lavora, Luisa Codeluppi è laureata con lode in Filosofia, insegna Lettere alle scuole medie ed è autrice di alcuni libri di successo. Nel 2012 pubblica Lu, la mia vita col diabete 1 (ed. Pioda Imaging). Nel 2016 dà alle stampe Del diabete, dell’amore e di altre briciole di vita (ed. Maria Margherita Bulgarini). Nel 2019 è la volta di Lei (ed. Porto Seguro). Vincitrice di diversi premi in vari concorsi letterari, Codeluppi, oltre a gestire la pagina Facebook Lu, la mia vita col diabete 1 e l’omonima pagina Instagram, è autrice del libro Elio, un amore ridicolo. Come un cane ha cambiato in meglio la mia vita e ha reso più dolce la mia amarissima malattia, uscito nel 2023 per Venturaedizioni.

luisa codeluppi elio libro
Luisa Codeluppi con Elio – Foto di Yuliia Shuba

Nel libro, l’autrice -alle prese col diabete 1 sin da bambina- racconta la sua vita con Elio, l’incontro con il cane che, con il suo affetto “profondo e nuovo” le avrebbe rivoluzionato la vita, introducendo nelle sue giornate un vero e proprio cambiamento di prospettiva. Siamo andati a conoscerla più da vicino e ci siamo fatti raccontare la sua “vita a sei zampe” e il suo libro colmo di tenerezza e di divertimento.

Leggi anche  Il cane in città: è in libreria il libro di Alessandra Piccolo

“Elio, un amore ridicolo”: intervista a Luisa Codeluppi, autrice del libro

Luisa Codeluppi, da dove nasce l’idea di “Elio, un amore ridicolo”?

“Ho iniziato a scrivere di Elio dopo qualche mese dalla sua adozione: era troppo importante ciò che vivevo per non fermarlo sulla carta. Ho scritto periodicamente per qualche anno, senza alcuna intenzione di pubblicarlo. Poi un anno fa mi sono trovata un po’ di tempo libero, in chemioterapia. L’ ho ripreso in mano, sistemato e mandato a qualche casa editrice”.

Qual è il messaggio che il libro intende veicolare?

“Oltre al fatto che sono fortunata ad avere un cane così eccezionale? Se c’è qualcosa che vorrei comunicare a chi ancora non ne è consapevole, è l‘importanza di mettersi in relazione col proprio cane. Anche la migliore delle creature se tenuta a distanza emotiva (e fisica) non può arricchire più di tanto la nostra vita. La vicinanza con un cane è un regalo. È stupido non rendersene conto”.

Come e quando ha conosciuto Elio?

“L’ho conosciuto alla stazione di Firenze. Saremmo dovuti scendere a prenderlo io e il mio compagno, ma nello stesso giorno, dopo anni di attesa, il mio compagno subiva un trapianto all’ospedale San Raffaele di Milano. Due eventi importanti nello stesso giorno. Quando vidi questo cucciolo mi sembrò solo un cane dalle zampe spropositate. Non sapevo che sarebbe diventato il mio grande amore“.

elio un amore ridicolo luisa codeluppi
Elio e il “suo” libro

In che modo, dovesse sintetizzarlo in poche frasi, Elio ha cambiato la sua vita?

“Elio è un compagno simpaticissimo, in grado di alleggerire anche i momenti più grigi. E non è vero che gli manca solo la parola. Comprende anche l’incomprensibile e si esprime perfettamente, alle mie orecchie che lo ascoltano. Se ci si piega alla sua altezza fa scoprire punti di vista alternativi”.

Leggi anche  Cani di quartiere: esce il libro

Quanto la presenza di un cane può rendere più dolce il nostro vivere quotidiano con la malattia?

“Ho il diabete di tipo 1 (autoimmune) da quando ero piccola. Dietro alla mia apparente normalità c’è molta fatica. Elio mi distrae da me stessa. È un buffone ed è anche abbastanza pretenzioso: canalizza su di sé la mia energia, ripulendola dalle sfumature velenose”.

Susanna Messaggio: “Io e Douglas, il mio beagle. Un amore grande”

Quanto è importante scrivere del nostro rapporto con il cane e con il mondo animale in generale?

“Per me la scrittura è una necessità, è una questione di sopravvivenza. Mi è necessario scrivere del dolore e della gioia. Gli animali fanno parte di quest’ultima dimensione. La gioia è contagiosa, quindi può essere importante “leggerla”.

luisa codeluppi elio amore ridicolo
Luisa Codeluppi con Elio

Quanta strada c’è ancora da fare per diffondere su larga scala quel rispetto nei confronti del mondo animale che ancora oggi viene spesso a mancare?

“C’è tanto buio ancora, tanta ignoranza, tanta inconsapevolezza. La gente fa del male agli animali e non sempre se ne rende conto: isolamento sociale, costrizioni ridicole per esseri con necessità diverse da quelle umane, indifferenza. L’indifferenza è come la crudeltà, ma più invisibile, per questo pericolosa. Quello che si può fare è sensibilizzare le persone più giovani“.

Luisa Codeluppi, quali sono i suoi progetti per il futuro?

“Pensando al mio futuro riporto alcune righe di uno degli ultimi brani del mio libro: La nostra vita con Elio prosegue. Proseguirà per altri 50, 60 anni. Proseguirà in salute e in allegria, finché morte non ci separerà. Proseguirà anche dopo, nella pace assoluta. Proseguirà prima in terra e poi in testa. Nelle nostre cellule fuse insieme e nell’anima, sempre.”

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

Torna in alto