fbpx

Cani di supporto emotivo: requisiti e normativa italiana

Possono fornire conforto e sostegno a coloro che affrontano sfide emotive.
Cani di supporto emotivo: requisiti e normativa italiana
Foto di Fernando Benega da Pixabay
Cani di supporto emotivo: requisiti e normativa italiana
Foto di Fernando Benega da Pixabay

Cani di supporto emotivo: requisiti e normativa italiana. I cani di supporto emotivo stanno emergendo come un’importante risorsa nel campo del benessere psicologico. Questi speciali compagni a quattro zampe possono infatti fornire conforto e sostegno a coloro che affrontano sfide emotive come ansia, depressione e altre condizioni di disagio psicologico.

Che ruolo hanno i cani di supporto emotivo nel migliorare il benessere psico-fisico di molte persone? Quali sono i requisiti per dimostrare la necessità di avere accanto un cane di supporto emotivo? Esiste in Italia un registro ufficiale specifico per questi animali? Cosa tenere in considerazione quando si tratta di viaggi e accesso a luoghi pubblici?

Cani di supporto emotivo vs. cani da terapia

È importante innanzitutto distinguere la differenza tra cani di supporto emotivo e cani da terapia. Mentre entrambi possono avere un impatto positivo sul benessere, i cani da terapia ricevono un addestramento specifico per lavorare con terapisti o medici in contesti terapeutici formali. D’altro canto, i cani di supporto emotivo si concentrano sul creare un legame speciale con il loro proprietario per offrire affetto incondizionato e conforto in situazioni di stress, senza richiedere una formazione prettamente specifica.

Pet Therapy con il cane: come funziona e quali sono i benefici

Benefici del cane di supporto emotivo

I cani di supporto emotivo sono scelti per la loro naturale disposizione a essere empatici e attenti alle esigenze emotive delle persone. Possono essere di diverse razze e dimensioni, purché abbiano un temperamento adeguato ad affrontare situazioni sociali e ambienti diversi.

Leggi anche  Cani che sfuggono alla nostra custodia: ne rispondiamo penalmente? La parola all'avvocato

I benefici offerti dall’animale al suo proprietario, utili al miglioramento del benessere psico-fisico sono diversi. Alcuni includono:

  • Riduzione dell’ansia e dello stress. Le interazioni con un cane possono abbassare i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, producendo una maggiore sensazione di calma e relax.
  • Contrasto del senso di solitudine. Soprattutto per coloro che vivono da soli o che si sentono isolati, un cane da supporto emotivo può fornire una compagnia costante, riducendo la sensazione di solitudine.
  • Stimolazione dell’attività fisica: L’impegno quotidiano nel prendersi cura di un cane favorisce l’attività fisica, che a sua volta ha un impatto positivo sulle endorfine e sull’umore complessivo.

Come dimostrare la necessità di avere un cane di supporto emotivo?

Dimostrare la necessità di avere un cane di supporto emotivo coinvolge diversi passaggi.

Consulenza di un Professionista. Prima di tutto, occorre consultare uno psicologo o un medico qualificato. Sarà necessario ottenere una lettera di raccomandazione da parte di un professionista che attesti la necessità di un cane di supporto emotivo per il proprio benessere psicologico. La lettera dovrebbe includere dettagli sulla propria condizione di salute mentale e su come il cane può essere di aiuto.

cane da sostegno emotivo
Immagine di prostooleh su Freepik

Lettera di raccomandazione. La lettera di raccomandazione dovrebbe essere scritta su carta intestata del professionista, contenere i suoi dettagli di contatto e la data della valutazione. Dovrebbe spiegare chiaramente la situazione, il motivo per cui si ha bisogno di un cane da supporto emotivo e come il cane può fornire un sostegno specifico.

Registrazione Anagrafica Canina. Registrare il cane come animale domestico presso il Comune di residenza è un passaggio importante. La registrazione anagrafica del cane aiuterà ovviamente a dimostrare che il cane ci appartiene legalmente e che è considerato animale di supporto emotivo.

Leggi anche  Volare con il cane: decollato il primo volo BARK Air da New York

Certificato di salute del cane. Un medico veterinario dovrebbe fornire un certificato che attesti che il cane è in buona salute e idoneo a fornire supporto emotivo.

Formazione del cane. Anche se in Italia non esiste una formazione specifica richiesta per i cani di supporto emotivo, è importante che l’animale sia ben addestrato e sappia rispondere in modo appropriato alle proprie esigenze in qualsiasi ambiente ci si trovi a frequentare, incluso luoghi pubblici, mezzi di trasporto e strutture ricettive.

Procedure legali e diritti

È importante sottolineare che gli animali di supporto emotivo non sono riconosciuti in modo uniforme in tutti i Paesi. È quindi essenziale informarsi e verificare le leggi specifiche del proprio luogo di residenza, poiché i requisiti potrebbero cambiare.

Attualmente in Italia, la figura di animale di supporto emotivo (ESA Emotional Support Animals) , non è ancora riconosciuta e non esiste un registro ufficiale specifico come ad esempio quello per i cani guida per non vedenti.

Per tale ragione, vige l’obbligo di adeguarsi alle regole che disciplinano l’ammissione degli animali all’interno delle varie strutture e luoghi pubblici, rispettandone le relative disposizioni e gli eventuali divieti.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

Torna in alto