fbpx
vita da cani info intestazione testata giornalistica interamente dedicata al cane

Cane: attenzione al cioccolato!

Potrebbe costituire una grave minaccia per la salute dei nostri amici a quattro zampe. Cosa fare in caso di ingestione.
Cane: attenzione al cioccolato
Foto di Riaan Marais da Pixabay

Cane: attenzione al cioccolato. Con l’arrivo del periodo pasquale è importante ricordare che il cioccolato, sotto forma di uova, ovetti, cioccolatini o altri dolci di vario tipo, è una delle principali tradizioni alimentari di questo periodo dell’anno. Questo potrebbe però costituire una grave minaccia per la salute dei nostri amici a quattro zampe. Il cioccolato contiene infatti delle sostanze tossiche, che se ingerite in quantità eccessiva, possono provocare seri problemi di avvelenamento.

Cane: attenzione al cioccolato. Perché è pericoloso?

Il cioccolato contiene le cosiddette metilxantine, alcaloidi in grado di stimolare il sistema nervoso centrale. Stiamo parlando della teobromina e della caffeina, che combinate insieme possono risultare altamente tossiche per i cani.

Gli animali infatti metabolizzano queste sostanze molto più lentamente rispetto agli esseri umani, il che significa che possono accumularsi rapidamente nel loro sistema e causare una serie di problemi di salute, a volte anche gravi. I sintomi dell’avvelenamento derivano principalmente dalla presenza della teobromina e possono includere:

  • Vomito e diarrea
  • Aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna
  • Aumento della temperatura corporea
  • Difficoltà respiratorie
  • Convulsioni e tremori
  • Coma
  • In alcuni casi, la morte

I sintomi si manifestano di solito entro alcune ore dall’ingestione del cioccolato e possono durare per diverse ore o giorni, a seconda della quantità di cioccolato ingerito e della gravità della tossicità.

Cane: attenzione al cioccolato
Foto di jacqueline macou da Pixabay

Cane: attenzione al cioccolato. Le quantità nocive

Le quantità di cioccolato che possono risultare nocive per la salute del cane, dipendono da diversi fattori, come:

  • Il tipo di cioccolato consumato (fondente, semi-fondente, al latte, bianco)
  • Il peso del cane
  • Lo stato di salute generale del cane stesso
Leggi anche  Cane sulla neve: come proteggere il nostro amico a 4 zampe

In generale, la quantità di teobromina contenuta nel cioccolato, si rivela tossica per il cane nella misura di 100-150 mg per ogni chilogrammo del suo peso corporeo.

La presenza di teobromina dipende dalla percentuale di cacao presente nei vari tipi di cioccolato. Ecco un’idea approssimativa del suo contenuto:

Cioccolato fondente. Contiene il maggior contenuto di teobromina, con circa 1365 mg per 100 grammi di cioccolato.

Cioccolato semi-fondente. Contiene circa 528 mg di teobromina per 100 grammi di cioccolato

Cioccolato al latte. Contiene circa 154 mg di teobromina per 100 grammi di cioccolato.

Cioccolato bianco. Contiene solo tracce di teobromina e quindi è meno tossico per i cani rispetto agli altri tipi di cioccolato, ma non per questo possiamo dire che sia privo di elementi non adatti a una sana alimentazione.

Il cioccolato fondente è quindi il più pericoloso per i cani, perché contiene un’alta concentrazione di teobromina, mentre il cioccolato al latte e il cioccolato bianco contenendone in misura inferiore, risultano meno nocivi, ma di certo, sempre da evitare. Oltre al pericolo teobromina, infatti, anche un alto livello di grassi contenuto nei prodotti a base di cioccolato, potrebbe divenire causa, nei cani maggiormente sensibili, di problemi , in primis la pancreatite.

Cosa fare in caso di ingestione

In caso di ingestione di cioccolata da parte del nostro amico a quattro zampe, è essenziale agire prontamente in maniera piuttosto rapida, contattando il proprio veterinario e seguendo scrupolosamente tutte le sue direttive. Il medico ci dirà esattamente cosa fare e in base alla gravità della situazione valuterà se sarà necessario procedere con l’eventuale ricovero del cane presso una struttura sanitaria.

Leggi anche  Uva al cane: sì o no?
Cane: attenzione al cioccolato
Foto di congerdesign da Pixabay

Come prevenire spiacevoli incidenti

Dimostriamoci scrupolosi, prestando la massima attenzione nell’evitare di lasciare dolci e cioccolato in giro per casa. Riponiamoli sempre all’interno di cassetti, dispense o comunque in luoghi al di fuori della portata degli animali domestici. Spieghiamo a familiari, amici e parenti che vengono a farci visita, i rischi, raccomandando loro di non dare mai dolci, né tantomeno cioccolato al nostro cane.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto