fbpx
vita da cani info intestazione testata giornalistica interamente dedicata al cane

Ansia da separazione nel cane: come prevenirla dopo il ritorno al lavoro dalle feste di Natale

Tutti i suggerimenti per ridurre al minimo il disagio del proprio cane nelle ore in cui rimane da solo in casa

Ansia da separazione nel cane: come prevenirla dopo il ritorno al lavoro dalle feste di Natale. Dopo il periodo natalizio, che ha tenuto molti lontano dalle proprie attività lavorative e dunque più a contatto con i propri animali domestici, il ritorno alle occupazioni di ogni giorno può presentare alcune sfide sia per i proprietari di animali domestici che per i loro fedeli compagni a quattro zampe​​.

Il rientro in ufficio rischia infatti di lasciare molti cani in casa a dover affrontare lunghe ore di solitudine, una situazione a cui i nostri amici a quattro zampe, nel periodo delle vacanze, si erano forse disabituati. La ripresa del lavoro può dunque causare un aumento dell’ansia da separazione nei cani, problema che sembra stia diventando sempre più diffuso.

Ansia da separazione nel cane: i sintomi

I sintomi dell’ansia da separazione nei cani possono includere comportamenti distruttivi, abbaio eccessivo, tentativi di fuga pericolosi, e problemi di eliminazione dei propri bisogni in casa. Questi comportamenti non sono in alcun modo atti di disubbidienza o di ritorsione, ma piuttosto risposte di stress e panico che i cani manifestano quando si trovano soli o separati dai loro proprietari​​.

Di fronte a questa sfida, è opportuno che i proprietari di animali domestici individuino i giusti accorgimenti per per aiutare i loro cani ad adattarsi alla nuova routine, vincere l’ansia da separazione e rimanere in buona salute psicofisica.

Come prevenirla dopo il ritorno al lavoro dalle feste di Natale. Tutti i suggerimenti

Per affrontare l’ansia da separazione del cane, gli esperti consigliano una serie di esercizi e strategie. Per esempio, l’indipendenza può essere promossa insegnando al cane a rimanere tranquillo in un posto comodo mentre il proprietario si allontana gradualmente. È importante creare associazioni positive con la partenza, fornendo premi di lunga durata mentre ci si allontana, e cercare di minimizzare i segnali che indicano la partenza, come prendere le chiavi o indossare le scarpe. I proprietari dovrebbero anche evitare saluti e addii eccessivamente emotivi per ridurre lo stress del cane​​. Un ottimo stratagemma per vincere l’ansia da separazione del cane è quello di portare il cane fuori per una passeggiata, così che il nostro amico a quattro zampe possa fare attività fisica e rilassarsi per poi affrontare le ore di solitudine con maggiore serenità.

Segnali di aggressività del cane: come riconoscerli, come comportarsi

Anche il pasto consumato prima che il padrone esce di casa può favorire il rilassamento. Da non trascurare l’effetto che i rumori provenienti dall’esterno possono produrre nel cane, spesso portato a reagire abbaiando. Potrebbe dunque essere utile tenere la TV accesa a un volume non troppo alto, così che i rumori provenienti dall’esterno risultino meno udibili perché coperti dal quelli della TV.

Leggi anche  Cane in autunno, pericoli e rischi: tutti i suggerimenti

È di estrema importanza, ad ogni modo, che le ore trascorse dal cane in solitudine siano ridotte al minimo indispensabile. Il cane ha estremo bisogno di compagnia, di presenza e di socialità. Se avete in animo di rimanere fuori di casa per molte ore, rivolgetevi a un bravo dog sitter.

 

 

 

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto