fbpx

Tenere un cane in una casa piccola e sporca può costituire reato di abbandono

La recente sentenza della Corte di Cassazione cambia lo scenario
Tenere un cane in una casa piccola e sporca può costituire reato di abbandono
Tenere un cane in una casa piccola e sporca può costituire reato di abbandono

Tenere un cane in una casa piccola e sporca può costituire reato di abbandono. Una recente sentenza della Corte di Cassazione ha stabilito che tenere un animale in condizioni non compatibili con la sua natura può costituire reato di abbandono, previsto previsto dall’art. 727 del Codice Penale. Non è dunque necessaria la volontà di nuocere all’animale procurandogli lesioni o patologie. Perché si integri il reato di abbandono, secondo la sentenza, è sufficiente tenere gli animali in condizioni che non siano compatibili con la loro natura.

Tenere un cane in una casa piccola e sporca può costituire reato di abbandono: il caso esaminato dalla Corte di Cassazione

I giudici della Corte di Cassazione hanno preso in esame il caso di un uomo che teneva nel suo piccolo appartamento di appena 40 metri quadri 7 cani, di cui 2 cuccioli. Pur nutrendoli dovutamente e portandoli a spasso con regolarità, le condizioni di igiene precario nelle quali faceva vivere i suoi animali domestici, così come il fatto che li tenesse in un ambiente del tutto privo di luce naturale hanno spinto di giudici della Corte Suprema a considerare configurato il reato di abbandono. “Non occorre che gli animali si ammalino per ritenere integrato il reato”, recita la sentenza n° 39844-2022, “ma si verifica anche quando gli animali vengono privati di luce, cibo e acqua, quando vengono detenuti in precarie condizioni di salute, nutrizione e igiene, non rilevando a tale fine una precisa volontà del soggetto agente di infierire sugli stessi o di provocargli lesioni”.

Leggi anche  Cani di supporto emotivo: requisiti e normativa italiana

Reati contro gli animali: i dati del Rapporto Zoomafia 2022 della Lav

Secondo i dati del Rapporto Zoomafia 2022 della Lav, In Italia ogni 55 minuti viene sporta una denuncia per reati contro gli animali. Ventisei i procedimenti aperti ogni giorno per reati contro gli animali. Secondo il rapporto, ben 2.624 i procedimenti avviati per uccisione di animale. Segue il maltrattamento di animali, con 2.318 procedimenti, pari circa al 30,83% di quelli registrati, e 1.383 indagati.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

Torna in alto