fbpx

In crescita i rapimenti di animali domestici

Gli Stati Uniti guardano con timore alla crescita dei rapimenti di animali domestici: fenomeno nuovo e molto diffuso.

Sempre più convinti dal valore affettivo che ricopre il nostro amico a quattro zampe, i nuovi rapitori, considerata anche la semplicità con la quale si può gestire “il rapito”, il basso rischio di essere eventualmente riconosciuti dalla vittima e la mancanza di una vera e propria legge che punisce tale reato, sono spaventosamente in crescita.

Il rapimento può avere due risvolti: l’estorsione di danaro al povero padrone o la vendita al mercato nero della bestiola. Quest’ultimo è possibile soprattutto se il rapimento avviene ai danni di cuccioli non ancora microchippati.

Già nel 2008 l’American Kennel Club aveva messo in guardia i proprietari nei confronti di questa nuova categoria di malintenzionati e aveva registrato circa 71 rapimenti, quest’anno negli USA siamo già a 100. Il primo stato americano a legiferare per proteggere i nostri cari animaletti è il Texas dove il rapimento di animale domestico è considerato un vero e proprio crimine punibile dalla legge. Molti altri stati americani stanno già prendendo in considerazione il fenomeno e la necessità di adeguare la legislazione per fare giustizia. In California il proprietario disperato di un delizioso cane è stato disposto a pagare ben 10.000 dollari per riabbracciare il suo amico a 4 zampe rapito dalla sua auto parcheggiata.

Visto che l’Italia importa molti prodotti dagli USA … vuoi vedere che importeremo anche questa nuova tendenza criminosa?

Fonte: USA Today

Leggi anche  Cane salva ragazzo con ictus: la straordinaria sensibilità di Axel

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto