fbpx

Forasacchi: un pericolo per i nostri cani

Forasacchi: un pericolo per i nostri cani.
Forasacchi: un pericolo per i nostri cani
Immagine di ededchechine su Freepik
Forasacchi: un pericolo per i nostri cani
Immagine di ededchechine su Freepik

Forasacchi: un pericolo per i nostri cani. Estate! Siamo in pieno periodo di forasacchi, un’insidia molto, molto pericolosa per i nostri amici cani. Ma cosa sono i forasacchi? Perché possono costituire un pericolo per la loro salute? Quali sono i sintomi più comuni nel cane colpito da un forasacco?

Si tratta di parti di spighette appartenenti ad alcune graminacee (in genere Avena sativa e Hordeum murinum) che quando si seccano, si staccano e cominciano a vagare, trasportate dal vento, un po’ ovunque. La loro forma è simile a quella di una lancia munita di piccoli uncini che consentono il movimento in un’unica direzione. La pericolosità deriva proprio da questo, in quanto, una volta attaccati al pelo dell’animale, iniziano a camminare fino ad arrivare sulla pelle e, dopo averla perforata, causando spesso un’infezione con fuoriuscita di pus, continuano il loro percorso all’interno causando spesso gravi conseguenze.

Ovviamente i cani più a rischio sono quelli a pelo lungo e folto ma tutti possono essere colpiti se non si presta la massima attenzione. E a volte non basta neanche quella. Le parti maggiormente colpite dai forasacchi sono: occhi, orecchie, naso, gola, ascelle, zone inguinali, sotto la coda, fra le dita, ma possono penetrare in qualsiasi altra zona del corpo.

Forasacchi: un pericolo per i nostri cani. I sintomi

OCCHI: L’occhio colpito può risultare chiuso, gonfio e con una forte lacrimazione

ORECCHIE: Il cane scuote ripetutamente la testa tenendola bassa, e girandola dalla parte colpita

NASO: Starnutazione intensa e ripetitiva accompagnata a volte da fuoriuscita di sangue dalla narice

GOLA: Improvvise crisi di tosse a volte con fuoriuscita di sangue.

Se ci accorgiamo che il cane è stato colpito da un forasacco, o se ne abbiamo il minimo sospetto, occorre portarlo immediatamente da un medico veterinario, il quale provvederà subito a prestargli adeguato soccorso. Per cercare comunque di prevenire questo spiacevole inconveniente e salvaguardare la salute del nostro amico fidato, è fondamentale:

  • Evitare, in questo periodo, di portare i nostri cani in campi incolti con erba alta oppure su prati con erba tagliata ma lasciata lì a seccare e per questo non raccolta;
  • Mantenere sempre il pelo abbastanza corto, almeno fra le dita e intorno alle orecchie;
  • Controllare regolarmente il cane dopo ogni passeggiata in campagna o al parco, spazzolandolo adeguatamente.
Leggi anche  Sigarette elettroniche e cani: lo svapo può danneggiare i nostri amici a 4 zampe?

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto