fbpx

Dobermann: origini, carattere e cura

Sviluppato originariamente come cane da lavoro, è oggi apprezzato anche come leale animale da compagnia.
Dobermann: origini, carattere e cura
Dogs - stock.adobe.com
Dobermann: origini, carattere e cura
Dogs - stock.adobe.com

Dobermann: origini, carattere e cura. Il Dobermann è un cane di origine tedesca. Forte, agile, e snello. Molto intelligente e dal portamento elegante, è oggi principalmente noto come cane da guardia e da difesa, ma si rivela anche un ottimo compagno fedele e affettuoso per la sua famiglia. Conosciamo meglio le sue origini e le sue caratteristiche.

Dobermann. Origine e storia

Il Dobermann ha origine in Germania, nel XIX secolo, e deve il suo nome al suo creatore, l’esattore di tasse Karl Friedrich Louis Dobermann. Dobermann, che era anche il custode del canile municipale di Apolda, una cittadina appartenente all’allora Granducato di Sassonia-Weimar-Eisenach, oggi provincia della Turingia, voleva un cane che fosse in grado di  proteggerlo durante i suoi viaggi.
Così, nel 1870 decise di creare una nuova razza, incrociando alcuni cani, da lui ritenuti più adatti alla guardia e alla difesa. Tra questi il Pinscher, l’Alano, il Rottweiler e il Cane da Pastore della Beauce.

In seguito furono effettuati altri accoppiamenti utilizzando anche dei Terrier e dei Greyhound. Il risultato fu un cane agile, forte e protettivo, che divenne presto popolare come cane da guardia e cane poliziotto.

I Dobermann vennero poi utilizzati dall’esercito tedesco durante la Prima Guerra Mondiale, così come anche nella Seconda Guerra Mondiale, per proteggere le basi militari, i convogli di rifornimenti e per cercare soldati feriti sul campo di battaglia.

Dobermann: origini, carattere e cura
Immagine di wirestock su Freepik

Caratteristiche fisiche

Il Dobermann è un cane di taglia media-grande, con un’altezza al garrese compresa tra 68 e 72 centimetri per i maschi e tra 63 e 68 centimetri per le femmine, con un peso medio tra 30 e 45 chilogrammi circa. Il mantello è corto e lucido, di colore nero o marrone con focature ruggine ben delineate sul muso, guance, sopracciglia, petto, zampe e punta delle natiche.

Leggi anche  Kishu: un'affascinante combinazione di eleganza e forza

Ha una muscolatura poderosa e una struttura fisica ben proporzionata. Gli occhi sono di media grandezza, di colore marrone scuro. La testa è allungata e snella, con orecchie tagliate a forma di triangolo o non tagliate, a seconda delle leggi vigenti nei vari Paesi di appartenenza.

Ricordiamo che, il taglio delle orecchie e il taglio della coda degli animali da compagnia per fini estetici sono stati vietati dalla Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia fatta a Strasburgo il 13 novembre 1987 (Articolo 10 e 11) e in vigore dal 1° maggio 1992. L’Italia ha ratificato la Convenzione europea con l’approvazione, da parte del Parlamento, della Legge 201 – 4 novembre 2010, entrata in vigore il 4 dicembre 2010. Il reato di maltrattamento animali è punibile dall’articolo 544-ter del Codice Penale con la reclusione da 3 a 18 mesi o la multa da 5.000 a 30.000 euro.

Dobermann: origini, carattere e cura
Foto di Allan MacDonald da Pixabay

Personalità

Il Dobermann è un cane intelligente e leale, ma anche piuttosto protettivo e coraggioso. Vigoroso, vivace, possiede un carattere forte e deciso. È molto fedele nei confronti del suo proprietario, verso il quale nutre un innato senso di protezione. Fidato con i bambini, è un po’ diffidente verso gli estranei.

Gestione e cura del Dobermann

Il Dobermann può essere molto esigente in termini di attenzione e addestramento. Ha bisogno di esercizio fisico regolare e di un’educazione ferma ma rispettosa. Per una buona gestione del cane occorrerà mostrare pazienza e soprattutto imparare a dosare bene fermezza e decisione insieme a dolcezza e calma, utilizzando sempre il rinforzo positivo e le ricompense. Come con qualsiasi altro animale domestico, è importante iniziare l’addestramento fin da cucciolo per abituarlo alla presenza di altre persone e animali, e per insegnargli i comandi di base come: seduto, resta o vieni.
Spazzolature regolari. Alimentazione sana e bilanciata. Normali controlli veterinari periodici.

Leggi anche  Norsk Lundehund: origini, caratteristiche e cura del cane arrampicatore

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto