fbpx
vita da cani info intestazione testata giornalistica interamente dedicata al cane

Come parlare al cane in modo efficace

Come parlare al cane in modo efficace. Può influire significativamente sulla qualità del nostro rapporto con lui.
Come parlare al cane in modo efficace
Immagine di Freepik

Come parlare al cane in modo efficace. Il modo in cui parliamo al nostro cane può influire significativamente sulla qualità del nostro rapporto con lui. La comunicazione con il cane è fondamentale per stabilire una relazione di fiducia e rispetto. Parlare in modo chiaro e coerente con il cane gli consente di capire ciò che gli si chiede di fare, e di eseguire i comandi in modo corretto. Inoltre, la comunicazione efficace aiuta a prevenire comportamenti indesiderati e a risolvere eventuali problemi comportamentali. In questo articolo esploreremo alcune tecniche per comunicare efficacemente con i nostri amici a quattro zampe.

Come parlare al cane: utilizzare il tono di voce giusto

Il tono di voce è uno degli aspetti più importanti della comunicazione con i cani. I cani sono in grado di riconoscere la differenza tra il tono di voce che usiamo per parlare con loro e quello che usiamo con le altre persone. Utilizzare un tono di voce alto e acuto per parlare al cane può indicare eccitazione o agitazione, mentre un tono di voce basso e calmo può indicare tranquillità e sicurezza.

Come parlare al cane in modo efficace
Foto di Capri Tography da Pixabay

Utilizzare parole chiave

Utilizzare parole chiave specifiche per indicare azioni specifiche, può aiutare il cane a comprendere meglio ciò che gli si chiede di fare. Le parole chiave per comunicare con il cane devono essere semplici e facili da capire per l’animale. Inoltre, devono essere associate a un’azione specifica e utilizzate sempre nello stesso contesto per evitare confusione. Ecco alcune raccomandazioni per scegliere le parole chiave:

Leggi anche  Proteggere il cane dall'attacco di un altro cane

Utilizzare parole brevi e facili da pronunciare, come seduto, vieni, fermo, dai la zampa, porta, etc.

Utilizzare parole in modo coerente, ad esempio utilizzare sempre la stessa parola seduto per indicare di sedersi e non cambiare continuamente tra siediti, accovacciati e giù.

Utilizzare parole diverse per azioni diverse, come – per citare una possibilità – utilizzare una parola per sedersi e un’altra per distendersi.

Utilizzare parole in modo specifico, cioè, per fare un esempio, utilizzare una parola per indicare prendere il giocattolo e un’altra per indicare portare il giocattolo.

È importante utilizzare queste parole chiave in modo consistente durante l’addestramento del cane, ripeterle spesso e premiare il cane quando esegue correttamente l’azione associata alla parola. In questo modo il cane imparerà a associare la parola all’azione e sarà in grado di capire meglio ciò che gli si chiede di fare.

Come parlare al cane in modo efficace
Immagine di Freepik

Come parlare al cane: mantenere un contatto visivo

Il contatto visivo è molto importante per la comunicazione con i cani. Guardare negli occhi del cane mentre si parla con lui, può aiutare a stabilire una connessione emotiva e a far comprendere meglio il significato delle parole. Ecco alcuni consigli per mantenere il contatto visivo con il cane:

Utilizzare il contatto visivo in modo naturale e non forzato. Non fissare il cane negli occhi per lunghi periodi di tempo, questo potrebbe essere visto come una minaccia.

Utilizzare il contatto visivo durante l’addestramento. Un esempio? Guardare il cane negli occhi mentre gli si dà un comando e premiarlo quando esegue correttamente l’azione.

Utilizzare il contatto visivo per stabilire una relazione di fiducia con il cane. Ad esempio guardandolo negli occhi mentre lo si accarezza o gli si dà un premio.

Leggi anche  Cane: educatore e addestratore cinofilo. Quali le differenze?

Utilizzare il contatto visivo durante il gioco. Anche guardare il cane negli occhi mentre gli si lancia un giocattolo o lo si invita a inseguire una palla contribuisce a stabilire una relazione di fiducia con lui.

È importante ricordare che ogni cane ha la sua personalità, quindi per parlare con lui in modo efficace, occorrerà sempre rispettare i suoi tempi e utilizzare il contatto visivo in modo coerente e non solo in alcune occasioni, per non confonderlo inutilmente.

Come parlare al cane in modo efficace
Immagine di wirestock su Freepik

Utilizzare i segnali del corpo

I cani sono molto sensibili ai segnali del corpo e possono comprendere il significato di gesti specifici. Alcuni esempi di segnali del corpo che possono essere utilizzati per comunicare con il cane includono:

Inclinare la testa in avanti. Può indicare al cane di avanzare o seguire.

Inclinare la testa all’indietro. Può indicare al cane di fermarsi o di non fare qualcosa.

Piegare le ginocchia. Può indicare al cane di sedersi o distendersi.

Puntare il dito. Può indicare al cane di andare verso un oggetto o una posizione specifica.

Toccare il petto. Può indicare al cane di venire verso di noi.

Aprire le braccia. Può indicare al cane di venire per essere accarezzato o per ricevere un premio.

È importante sottolineare che questi segnali devono essere associati ad un addestramento mirato e non improvvisato e dovranno essere utilizzati sempre un tono di voce calmo e coerente per evitare confusione nell’animale.

In sintesi, parlare in modo efficace con il proprio cane è fondamentale per una relazione di fiducia e rispetto, per capire i suoi bisogni e per insegnargli ad essere un cane felice e ben educato.

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto