fbpx

Cani e igiene pubblica: nuovo disegno di legge per la raccolta del DNA

Il disegno di legge approvato di recente in Israele.
Cani e igiene pubblica: nuovo disegno di legge per la raccolta del DNA
Monika Wisniewska - stock.adobe.com
Cani e igiene pubblica: nuovo disegno di legge per la raccolta del DNA
Monika Wisniewska - stock.adobe.com

Cani e igiene pubblica: nuovo disegno di legge per la raccolta del DNA. Un disegno di legge proposto da un membro del partito israeliano Likud è stato approvato in una lettura preliminare presso il Knesset, è il parlamento monocamerale di Israele. Secondo quanto si legge sul Jerusalem Post, propone un innovativo sistema volto a contrastare il problema delle feci di cane lasciate lungo la strada. Secondo la proposta, i proprietari di cani saranno obbligati a fornire campioni di DNA dei propri animali, consentendo alle autorità di identificare i responsabili dell’abbandono dei rifiuti. Attraverso questa misura, Israele mira a promuovere l’igiene pubblica e a migliorare la qualità della vita dei residenti. In caso di mancata osservanza delle norme, i proprietari di animali domestici potranno essere soggetti a sanzioni significative.

Cani e igiene pubblica: identificare e multare i trasgressori

Il disegno di legge prevede che le feci lasciate per strada siano sottoposte a un controllo accurato, attraverso il quale il cane e il suo proprietario potranno essere identificati. In tal modo, i comuni saranno in grado di multare i proprietari responsabili dell’abbandono dei rifiuti. Un passo fondamentale per l’applicazione della legge sarà il prelievo del campione di DNA, che verrà effettuato da un veterinario durante l’amministrazione del vaccino antirabbico.

Utilizzo dei campioni

I campioni di DNA saranno analizzati presso un laboratorio specializzato e i dati verranno trasferiti a un database locale di DNA. Il disegno di legge propone inoltre di autorizzare il Ministro dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale a stabilire istruzioni dettagliate sull’utilizzo delle informazioni raccolte. Ciò garantirà l’adeguata gestione dei dati e la definizione di specifiche circostanze in cui sarà lecito utilizzare tali informazioni.

Leggi anche  Il cane Myko ha paura dei botti: ecco la sua panic room

Obblighi dei proprietari di cani

Il disegno di legge impone anche l’obbligo per i proprietari di cani di segnalare eventuali cambiamenti di residenza presso un veterinario. Inoltre, andranno comunicati anche il trasferimento del cane a un altro proprietario o la sua morte. Queste disposizioni mirano a mantenere aggiornate le informazioni relative ai cani registrati e a facilitare l’applicazione della legge.

Cani e igiene pubblica: un passo avanti

Secondo il membro del Knesset Eli Dellal, promotore del disegno di legge, molte autorità hanno tentato in passato di istituire un database genetico simile, ma sono state ostacolate da problemi di carattere legale. Con questa nuova proposta, si cerca di consentire ai comuni di stabilire norme uniformi per la raccolta delle feci di cane e di rafforzare la loro capacità di far rispettare la legge. Attualmente, in Israele sono registrati oltre mezzo milione di cani domestici e l’obiettivo è porre fine al fenomeno degli animali che lasciano le loro deiezioni senza che i proprietari le raccolgano. Tale comportamento non solo danneggia l’aspetto delle città, ma costituisce anche un grave pericolo per la salute pubblica.

Con l’approvazione iniziale di questo disegno di legge, Israele si pone come pioniere nell’utilizzo della tecnologia del DNA per affrontare il problema dell’igiene legato ai cani. Se attuata con successo, questa misura potrebbe servire da ispirazione per altre nazioni che affrontano una sfida simile.

 

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

NEWS RECENTI

Torna in alto