sabato, Giugno 10, 2023
HomeTempo LiberoCane e giardino: scegliere un prato resistente e sicuro

Cane e giardino: scegliere un prato resistente e sicuro

La scelta del prato giusto per il nostro giardino dovrebbe tener conto non solo della sua bellezza estetica, ma anche della sicurezza e del benessere del nostro amico a 4 zampe

Cane e giardino: scegliere un prato resistente e sicuro. Avere uno spazio verde dove far scorrazzare il proprio cane può essere un’esperienza meravigliosa per i proprietari di animali domestici. Non solo il giardino può diventare un luogo di svago per l’animale, ma anche un’oasi di relax e svago per tutta la famiglia. Tuttavia, la convivenza tra un prato verde e un cane potrebbe diventare difficile, specialmente se non si prendono le giuste precauzioni per proteggere l’erba dal danno causato dalla pipì degli animali. Fortunatamente, esistono diverse soluzioni e tecniche per mantenere il giardino in perfetta forma, senza rinunciare alla gioia di condividere il proprio spazio verde con un amico a 4 zampe.

Cane e giardino: scegliere un prato resistente e sicuro

Se avete animali in giardino, avrete sicuramente notato come l’erba ingiallisca ovunque il vostro amico a quattro zampe urini. In realtà, la pipì del cane non brucia l’erba, ma ne rovina il pH, causando l’ingiallimento delle foglie. Il problema dei prati comuni è che le radici sono poco profonde e facilmente esposte, il che significa che la pipì non colpisce solo le foglie ma anche le radici, compromettendo la salute del prato e causando la morte della pianta. Quali sono le caratteristiche di un buon prato sano, resistente e adatto al cane?

  • Apparato radicale profondo. Scegliere un tipo di erba che abbia un sistema di radici profonde, consentirà al prato di assimilare meglio il nutrimento e di risultare meno suscettibile a diventare sterile e a creare macchie dopo che il cane ha scavato o corso sull’erba.
Cane e giardino: scegliere un prato resistente e sicuro
Immagine di jannoon028 su Freepik
  • Crescita rapida. Per ridurre al minimo i danni al prato causati dal cane, è consigliabile scegliere un tipo di erba che abbia un rapido tasso di crescita. In questo modo, le zone danneggiate dal cane si riprenderanno più velocemente e il prato rimarrà in salute e bello.
Leggi anche  Leishmaniosi cane: sintomi, diagnosi e prevenzione

Per avere un buon prato resistente può essere consigliabile pertanto optare per una tipologia alternativa, che possa richiedere minori annaffiature, anche solo 1 o 2 volte l’anno e un tempo rapido di crescita. Questi tipi di piante, a basso fabbisogno di acqua, sono caratterizzate da un sistema radicale molto profondo, che può estendersi anche a varie decine di centimetri al di sotto del livello del suolo, dove possono trarre nutrimento grazie alla presenza di maggiore umidità, senza dover dipendere dall’irrigazione superficiale.

Tale caratteristica le rende una scelta ideale per coloro che desiderano un giardino a bassa manutenzione, in cui le piante richiedono poche cure e attenzioni e  nello stesso tempo sono adatte agli animali domestici, in quanto le radici profonde non subiscono danni dalla loro pipì. Anche se le foglie potranno infatti ingiallire, in pochi giorni la pianta rinascerà e la zona del prato tornerà verde e rigogliosa come prima.

Cane e giardino: attenzione a piante e fertilizzanti tossici

La scelta del prato giusto per il nostro giardino dovrebbe tener conto non solo della sua bellezza estetica, ma anche della sicurezza e del benessere del nostro amico a 4 zampe.

È importante sottolineare che alcuni tipi di erba potrebbero essere irritanti per la pelle del cane se ci si sdraia sopra, causando prurito e disagio. Sarà bene quindi informarsi, magari presso un esperto di giardinaggio o consultando il proprio veterinario di fiducia, per essere sicuri della scelta  del prato tenendo conto anche di questo aspetto.

Attenzione inoltre all’utilizzo di eventuali fertilizzanti o pesticidi che possano risultare tossici per la salute del nostro animale domestico. Privilegiamo sempre l’uso di prodotti naturali, certamente più sicuri.

Leggi anche  Intelligenza Artificiale: le abbiamo chiesto di "fotografare" 5 cani

Una volta scelto e seminato il il nostro prato ideale, prima di lasciare il cane libero di scorazzarci sopra, è importante che questo attecchisca correttamente. In genere, per evitare danni sarà sufficiente attendere dalle 2 alle 4 settimane.

Cane e giardino: scegliere un prato resistente e sicuro
Foto di Andi da Pixabay

Consigli utili per mantenere un prato verde e sano

Mantenere un bel prato verde e sano nel tempo, contribuisce senza dubbio a creare un ambiente piacevole e accogliente. Tuttavia, quando si ha un cane, questo potrebbe diventare una sfida. I cani tendono a correre e giocare sul prato, scavare buche e fare i propri bisogni, il che, ripetuto nel tempo, può danneggiare il terreno e causare macchie gialle sul prato. Ecco alcuni accorgimenti che si possono adottare.

1. Scegliere l’erba giusta. La scelta del giusto tipo di erba è sicuramente il principio base. Alcune varietà sono più resistenti e possono limitare di molto eventuali danni causati dai cani. Consultare un giardiniere o un esperto in giardinaggio aiuterà a scegliere il prato più adatto alle proprie esigenze. Un veterinario potrà inoltre fare chiarezza sull’eventuale tossicità di alcune piante per la salute del cane.

2. Rinforzare il terreno. Il terreno su cui cresce l’erba deve essere resistente per sopportare le attività del cane. Per questo motivo è possibile utilizzare compost organico o fertilizzanti naturali per rinforzarlo.

3. Addestrare il cane. Insegnare al cane a fare i propri bisogni in un’area designata, come ad esempio una zona di ghiaia o di sabbia, può aiutare a prevenire la formazione di macchie gialle sul prato.

4. Rimuovere le feci del cane. Raccogliere regolarmente le feci del cane dal prato può aiutare a mantenerlo pulito e a prevenire la diffusione di malattie.

Leggi anche  Allergie primaverili del cane: sintomi, rimedi e prevenzione

5. Fare attenzione all’irrigazione. L’acqua in eccesso può danneggiare il prato, quindi è importante irrigare il prato in modo adeguato. Inoltre, evitare di irrigare il prato quando il cane è presente, in modo da prevenire la formazione di fanghiglia.

Segui Vita da Cani su Telegram

Rimani aggiornato in tempo reale iscrivendoti al canale Telegram di Vita da Cani. Clicca qui e riceverai ogni contenuto in automatico sul tuo smartphone.

Disclaimer

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

ALTRE NEWS

ACCESSORI