fbpx

In ferie col cane: nave, bici, auto e aereo. Il decalogo di Paola Dall’Ara

Il decalogo, per ogni circostanza, per garantire al proprio cane la serenità e la sicurezza che merita

Il periodo delle ferie si avvicina e la voglia di staccare si fa sempre più sentire. Quando però ce ne andiamo in vacanza con il nostro cane, è necessario organizzare per tempo e con cura la partenza e il soggiorno, per evitare possibili brutte sorprese.  Cosa è bene fare prima di partire?  Quali sono le regole da seguire se si viaggia in aereo o in nave con il proprio cane? Come farlo sentire al sicuro durante il viaggio e lungo l’intera vacanza? Come sistemarsi al meglio per viaggiare tranquillamente in auto o – addirittura – in bici?

A queste domande risponde Paola Dall’Ara, Professore associato presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Milano, docente di Immunologia veterinaria e di Malattie infettive del cane e del gatto e autrice di “Un cane in famiglia – La guida a una serena e felice convivenza con il nostro amico a quattro zampe” (Edizioni Lswr) in cui spiega cosa fare, cosa occorre sapere e come comportarsi in qualsiasi circostanza.

Come scegliere dove alloggiare?

Grazie a internet è facile trovare il posto che fa per noi: alcuni siti sono proprio dedicati alla vacanza in compagnia di un cane, fornendo indirizzi e indicazioni utili. È buona norma consultare le pagine web dedicate alla destinazione prescelta, per accertarsi che non ci siano limitazioni legate, per esempio, alla taglia dei cani ammessi. Alcune strutture purtroppo accettano solo cani di piccola taglia ritenendo – erroneamente – che la loro gestione sia più semplice. Altre strutture ricettive potrebbero invece accettare i cani solo in specifici periodi dell’anno (alcuni, per esempio, solo in periodi di bassa stagione).

Ferie in spiaggia: attenzione alle norme regionali e comunali

Per chi sceglie il mare, bisogna prestare molta attenzione a eventuali norme, generalmente regionali o comunali, che vietano la presenza di cani sulla spiaggia durante la stagione balneare, da aprile a settembre. Tuttavia, stanno diventano sempre più numerose le spiagge dedicate alle persone che vogliono portare con sé il loro amico a quattro zampe.

In ferie col cane. Viaggiare all’estero: le regole da seguire

Ecco le principali regole da seguire per evitare inconvenienti quando si viaggia in compagnia del proprio cane:

  1. I cani devono avere un passaporto per animali da compagnia (Pet Passport)
  2. Sul passaporto deve essere riportata la vaccinazione antirabbica in corso di validità
  3. La vaccinazione dei cuccioli deve essere effettuata non prima deIle 12 settimane di età. In alcuni Paesi può essere effettuata anche prima.
  4. La prima vaccinazione antirabbica è considerata valida 21 giorni dopo la prima vaccinazione
  5. La durata dell’immunità dipende da quanto riportato nel foglietto illustrativo del vaccino utilizzato (1, 2 o 3 anni)
  6. l richiami successivi devono essere eseguiti senza far scadere la vaccinazione precedente
  7. Se non eseguiti entro il periodo di validità, i richiami successivi avranno validità 21 giorni dopo l’inoculazione del vaccino
  8. Alcuni Paesi richiedono la titolazione anticorpale (titolo protettivo ≥0,5 Ul/ml)
  9. Informarsi dai siti ufficiali dei Paesi di destinazione o comunque da siti inequivocabilmente attendibili su cosa è richiesto per l’entrata nel Paese di destinazione

Insieme in auto: i trucchi per rendere in viaggio piacevole per tutti

  1. Far prendere al cane confidenza gradualmente con l’automobile e abituarlo a salirci e a rilassarsi una volta dentro: iniziare prima a motore spento, poi acceso e infine con brevi viaggi.
  2. Percorrere tragitti la cui destinazione sia un luogo piacevole, non solo per andare dal medico veterinario Gratificarlo quando rimane calmo con premi di carne secca facilmente digeribili, in modo che l’automobile sia collegata a un ambiente positivo
  3. Prima di partire, somministrare solo un pasto leggero ma non limitare l’acqua
  4. Durante il viaggio mantenere una buona aerazione in automobile, meglio con un flusso d’aria esterna: lasciare i finestrini leggermente abbassati, ma non permettergli di sporgersi fuori dal finestrino. Non fumare in macchina
  5. Se il cane vomita o sporca l’auto non sgridarlo: si trova già in una situazione di forte stress
  6. Se vuole stare in braccio al conducente, fare ricorso a un (trasportino) o ad una pettorina da agganciare alla cintura di sicurezza, così che non intralci chi è alla guida.
  7. Se da segni di insofferenza e vuole scendere, organizzarsi per prevedere sempre alcune soste, ogni due ore circa. E non solo per i suoi bisogni, ma anche per una passeggiata.
  8. Non lasciarlo mai incustodito in automobile
Leggi anche  In aereo col cane: con K9 JETS si potrà
viaggiare col cane. auto
duyina1990 – stock.adobe.com

Viaggiare in treno: oggi è molto semplice

Oggi portare con sé il proprio amico a quattro zampe in treno è semplice. Come si può leggere sul sito di Trenitalia, infatti, cani di piccola taglia possono viaggiare gratuitamente in prima e in seconda classe custoditi in un trasportino (dimensioni massime 70 x 30 x 50 cm) su tutte le categorie di treno. È possibile portare con sé un solo trasportino. Inoltre, per ogni passeggero è ammesso un cane di qualsiasi taglia, purché tenuto al guinzaglio e munito di museruola. Per viaggiare in treno è necessario essere muniti di un certificato di iscrizione all’anagrafe canina e del libretto sanitario (per i cani dei cittadini stranieri, il passaporto sostituisce entrambi i documenti) da esibire al personale di bordo: senza questi documenti si verrà sanzionati con una multa e fatti scendere alla prima fermata.

In viaggio col cane In treno
Soloviova Liudmyla – stock.adobe.com

In ferie col cane: viaggiare in aereo

Oggi diverse compagnie accettano sia cani che gatti, ma ciascuno ha le proprie regole. Generalmente è necessario acquistare un supplemento al biglietto, che varia a seconda del peso del cane, del trasporto in cabina o in stiva e degli aeroporti di partenza e destinazione. Ma occorre sempre informarsi in maniera dettagliata perché ci sono varie casistiche. Alcune compagnie non accettano pet in gravidanza e variano le dimensioni massime imbarcabili a seconda dell’aeromobile utilizzato. La maggior parte delle compagnie aeree consente di tenere in cabina cani di piccola taglia il cui peso, incluso quello del trasportino, generalmente non superi i 10 kg. Le compagnie aeree fissano regole precise riguardo alle dimensioni e alla tipologia di trasportini ammessi in cabina. Il cane dovrà restare nel trasportino per tutto il tempo del volo e non potrà uscire nemmeno per mangiare o bere.

Consigli pratici per viaggiare serenamente in aereo con il proprio cane

1) Abituare il cane al trasportino o alla gabbia almeno 5 giorni prima del viaggio
2) Dargli regolarmente da bere prima della partenza in piccoli quantitativi
3) Dargli da mangiare fino a 4 ore prima della partenza e assicurarsi che abbia cibo sufficiente per il viaggio
4) Consultare il proprio veterinario per valutare un’eventuale somministrazione di tranquillanti
5) Il cane non deve viaggiare se manifesta segni di stanchezza fisica o se è ferito
6) Il cane non deve avere né guinzaglio né museruola. Questi accessori non devono essere lasciati all’interno del trasportino o della gabbia: in caso di ansia per la nuova situazione, infatti, il cane potrebbe iniziare a morderli in modo ossessivo fino a ingerirne delle parti, mettendo così in pericolo la sua stessa incolumità

Leggi anche  In vacanza con il cane a primavera: cosa mettere in valigia

In ferie col cane: consigli pratici per viaggiare in nave

  1. Nutrimento, cura e igiene degli animali durante il viaggio sono a cura dei proprietari: ricordarsi di mettere in valigia libretto sanitario, ciotole, cibo, acqua (eventualmente la nave può fornirla), museruola e guinzaglio, paletta e sacchetti igienici
  2. Raccogliere sempre le deiezioni con gli appositi sacchetti igienici (disponibili spesso anche a bordo)
  3. Non lasciare mai il cane da solo, nemmeno in cabina
  4. Tenerlo sempre al guinzaglio e, se necessario, mettergli la museruola
  5. Se abbaia, guaisce o ulula, rivolgergli le giuste attenzioni per infondergli calma e sicurezza
  6. Non togliere mai il collare o la pettorina durante il viaggio e munirlo di una medaglietta con il numero di telefono del proprietario
  7. Portare con sé una sua fotografia: sarà più facile ritrovarlo se dovesse perdersi

In ferie col cane: viaggiare in bicicletta

Prima di andare in ferie col cane occorre innanzi tutto ricordare che il Codice della Strada vieta di tenere il cane al guinzaglio mentre si è in sella alla bicicletta. La taglia e il peso del cane sono le prime caratteristiche che condizionano la scelta di come trasportarlo. Mentre un cane di piccola taglia può viaggiare in un cestino da manubrio o, eventualmente, in una cassetta ancorata al portapacchi posteriore, tutto cambia se il cane è di taglia più grande: una cassetta fissata al portapacchi potrebbe infatti sbilanciare la bicicletta ed essere quindi molto pericolosa. In commercio sono disponibili diverse soluzioni, rappresentate da svariati modelli di trailer (carrellini). Questa è la scelta ideale per la sicurezza sia del ciclista che del cane, in particolare quando si percorrono tratti trafficati, lunghe discese o strade in cui si potrebbero incontrare animali selvatici. All’inizio sarà difficile far capire al cane il ruolo del carrello, ma con il tempo anche lui inizierà ad accettarlo.

Cane in viaggio con la bicicletta
Sabine Schönfeld – stock.adobe.com

Per qualsiasi ulteriore informazione su come viaggiare piacevolmente in compagnia del cane consulta la nostra sezione In Viaggio col Cane.

Paola Dall’Ara

Paola Dall’Ara è Professore associato presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria (DIMEVET), Università degli Studi di Milano, e docente di Immunologia veterinaria e di Malattie infettive del cane e del gatto.

Il libro

Un cane in famiglia
La guida a una serena e felice convivenza con il nostro amico a quattro zampe
Edizioni Lswr
22.90 euro, 352 pagine, isbn 9788868959586

un cane in famiglia libro paola dall'ara

DISCLAIMER

Le informazioni esposte in vitadacani.info hanno uno scopo esclusivamente informativo, possono essere modificate oppure rimosse in qualsiasi momento, e, nel caso di informazioni di carattere veterinario o in ogni caso inerenti alla salute del cane, in nessun caso possono costituire e/o sostituire la formulazione di diagnosi e/o la prescrizione di trattamento medico veterinario. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo andare a sostituire il rapporto diretto tra il veterinario e il padrone del cane o la visita veterinaria, anche specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio veterinario e/o quello dei medici veterinari specialisti in merito a qualsiasi indicazione riportata nel sito stesso. Per l’uso di medicinali o di qualsiasi prodotto o servizio indicati nel sito è assolutamente necessario e assolutamente indispensabile consultare il proprio veterinario. In nessun caso il sito, il Direttore, l’Editore che lo gestisce, gli autori degli articoli e/o dei contenuti, né altre soggetti in qualsiasi modo connessi al sito, saranno responsabili di qualsiasi eventuale danno anche solo ipoteticamente collegabile all’uso dei contenuti e/o di informazioni presenti sul sito. Il sito non si assume alcuna responsabilità in merito al cattivo uso che gli utenti o i visitatori del sito potrebbero fare delle indicazioni, dei prodotti, dei servizi riportati nel sito stesso. Non è in alcun modo possibile garantire l’assenza di errori e l’assoluta correttezza delle informazioni divulgate né che le informazioni o i dati risultino aggiornati. In qualità di affiliato Amazon, vitadacani.info può ricevere un modico compenso da Amazon, per gli eventuali acquisti idonei generati dai link presenti in questo articolo.

Torna in alto