domenica, Agosto 14, 2022
HomeNewsTrenitalia e gli animali...

Trenitalia e gli animali…

imagesCAK1609GE’ ancora polemica sul regolamento di Trenitalia per il trasporto di animali dopo l’episodio del 17 novembre, data in cui il Ministro dei Beni Culturali, Sandro Bondi avrebbe preso una Frecciarossa in compagnia della sua cagnolona Grisbì (meticcia di grande taglia) per partecipare ad una puntata di Porta a porta che aveva come argomento la ratifica della convenzione europea sui maltrattamenti degli animali e alla quale tutti gli ospiti hanno partecipato in compagnia dei propri amici a quattro zampe. Due senatori del PD, Roberto Della Seta e Donatella Porretti, hanno presentato una interrogazione al Ministro dei Trasporti Altero Matteoli, chiedendo «perchè mai ciò che è proibito ai comuni mortali, sia stato invece consentito a un Ministro della Repubblica… ci aspettiamo che il ministero vigilante sul trasporto ferroviario prenda spunto da questo spiacevole episodio per sollecitare l’inserimento nei regolamenti di Trenitalia della possibilità per milioni di italiani di viaggiare sui treni veloci insieme al proprio cane, naturalmente secondo regole che garantiscano la sicurezza e la tranquillità di tutti i passeggeri».

Il regolamento di Trenitalia, modificato di recente, prevede il trasporto gratuito di animali domestici all’interno di un trasportino con dimenzioni massime di cm 70x30x50 «nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni.(ad eccezione degli ES* effettuati con materiale ETR 450)». Il regolamento precisa poi che «è’ inoltre consentito, per singolo viaggiatore, il trasporto di un cane di qualsiasi taglia, munito di museruola e guinzaglio: sui treni Espressi, IC ed ICN sia in prima che in seconda classe; sui treni Regionali nel vestibolo o piattaforma dell’ultima carrozza, con esclusione dell’orario dalle 7 alle 9 del mattino dei giorni feriali dal lunedì al venerdì; nelle carrozze letto, nelle carrozze cuccette ordinarie e comfort e nelle vetture Excelsior ed Excelsior E4 per compartimenti acquistati per intero. In tali casi per il trasporto del cane è necessario acquistare un biglietto di seconda classe al prezzo previsto per il treno utilizzato ridotto del 50%».

La Frecciarossa non rientra quindi, secondo il regolamento di Trenitalia, tra quei treni in cui i nostri amici quadrupedi possono viaggiare. Allora perchè un Ministro lo può fare? Perchè un cane di grande taglia non può viaggiare in treno? Speriamo che questa interrogazione smuova un po’ le acque…

ti interesseranno anche...

ACCESSORI

ALTRE NEWS