venerdì, Dicembre 9, 2022
HomeNewsL'epilessia del cane

L’epilessia del cane

cane epilettico

L’epilessia è un male che può colpire anche il cane. Generalmente si manifesta entro i primi tre anni di vita nell’animale. La crisi è determinata da una scarica elettrica anomala fra le cellule celebrali e può essere causata:

  • da un’alterazione o del tessuto nervoso del cervello o di quello di reni o fegato
  • da patologie infettive tipo il cimurro
  • da patologie metaboliche come l’ipoglicemia
  • da cause neoplastiche cioè masse tumorali
  • da cause traumatiche, il classico trauma cranic0
  • da grande spavento
  • da grande strapazzo fisico.

La crisi generalmente è preceduta da una fase detta “aura” che può durare da pochi minuti a diverse ore e  in cui l’animale ha un comportamento anomalo come irrequietezza, nervosimo, salivazione abbondante, guaiti, strani movimenti circolari, tendenza a nascondersi, ricerca forsennata del padrone. La crisi convulsiva vera e propria generalmente dura pochi minuti, ma è molto violenta e provoca la contrazione degli arti, la perdita di coscienza e la perdita di liquidi organici. Terminata la crisi, in alcuni casi è come se non fosse accaduto nulla, in altri c’è un senso di disorientamento per alcuni minuti. Il singolo caso nell’animale non crea nessun problema di salute mentre è da tenere sotto controllo e sotto cura le “crisi a grappolo” cioè più crisi nell’arco della giornata e il “grande male” cioè quando le crisi si ripetono nell’arco di vita del cane.

E’ importante che il proprietario rimanga calmo aspettando che la crisi termini e non metta MAI le mani in bocca al cane durante una crisi convulsiva. Non è vero che il cane si ingoia la lingua! Per riportare il cane ad una vita normale, seguire le cure stabilite dal proprio veterinario di fiducia.

ti interesseranno anche...

ACCESSORI

ALTRE NEWS