Come e quando fare il bagno al cane: 6 consigli utili

Trucchi e accorgimenti per rendere piacevole al cane l'esperienza del bagno

Come e quando fare il bagno al cane: 6 consigli utili
Come e quando fare il bagno al cane: 6 consigli utili

Fare il bagno al cane. Quando? Come? Con che frequenza? Ecco sei consigli da seguire con attenzione per garantire al nostro cane un bagno a regola d’arte.

Quella di garantire al proprio amico a quattro zampe un’igiene adeguata è una necessità fondamentale, soprattutto se il cane vive in casa con noi, dorme nel nostro letto e ha libero accesso agli ambienti domestici. Occorre tuttavia farlo nel pieno rispetto delle sue esigenze. Vediamo come.

1.Quando posso fare il primo bagno al mio cane?

È buona norma non sottoporre il cucciolo al primo bagno prima di aver concluso l’intero programma di vaccinazioni e mai prima che abbia compiuto qualche mese, forse cinque, di età. Un eventuale raffreddamento potrebbe portare un cane in così tenera età, e quindi con un sistema immunitario ancora poco efficace, ad ammalarsi.

2. Con che frequenza fare il bagno al mio cane?

La pelle del cane è protetta da uno strato di lipidi che assolvono a un’importante funzione protettiva e nutriente. Fare il bagno al cane troppo frequentemente, seccherebbe la pelle del nostro amico Fido e la renderebbe più sensibile all’aggressione batteri, lieviti e parassiti. Per questo motivo non è necessario, anzi risulterebbe dannoso fare il bagno al nostro cane troppo spesso. Una frequenza adeguata alle necessità del cane potrebbe essere quella di 1 o 2 bagni in primavera e altrettanti in autunno. In estate, dopo un eventuale bagno al mare, è assolutamente necessario sciacquare abbondantemente il cane con acqua per rimuovere qualsiasi residuo di sale.

Come e quando fa il bagno al cane: 6 consigli utili
Come e quando fa il bagno al cane: 6 consigli utili

3. Quando è bene non fare il bagno al cane anche laddove ne avesse bisogno?

Dopo una vaccinazione, durante la stagione invernale, se ha problemi di salute o se ha mangiato da poco è bene evitare di fargli il bagno. Il cane, è opportuno ribadirlo, non ha bisogno di fare il bagno con molta frequenza. Quindi, se si è appena vaccinato, se fuori fa troppo freddo o se il nostro amico a quattro zampe non sta molto bene evitiamogli il bagno e rimandiamolo a momenti migliori. Non c’è alcuna fretta.

4. Quali prodotti posso utilizzare per fare il bagno al mio cane?

L’ideale è utilizzare uno shampoo apposito per cani, meglio ancora se adatto a lavaggi frequenti. La pelle del cane ha un Ph diverso dal nostro; utilizzare i prodotti che usiamo noi potrebbe essere potenzialmente dannoso.

5. Come devo procedere nel fare il bagno al mio cane?

Innanzitutto pettiniamo il cane per togliere tutto lo sporco più grossolano e i peli morti. Poi riempiamo la vasca con acqua tiepida e immergiamoci il cane. L’acqua non deve superare le sue ginocchia. Frizioniamo il cane con lo shampoo e lasciamolo agire per alcuni minuti. Poi vuotiamo la vasca e risciacquiamo il cagnolino abbondantemente con acqua tiepida. Evitiamo di dirigere il getto della doccia, se utilizzata, sui genitali del cane e sul muso.

6. Alla fine del bagno cosa devo fare?

Concluso il bagno al nostro amico cane, è necessario asciugarlo immediatamente e tenerlo accuratamente al riparo da correnti d’aria per almeno due o tre ore. Utilizziamo un asciugamano. L’uso del phon non è da escludere ma occorre tenere presente che il rumore dell’asciugacapelli potrebbe spaventare molto il nostro cane. Asciughiamo, se bagnato, l’interno delle orecchie con del cotone. Evitiamo l’uso dei cotton-fioc.