Pericolo processionaria: come proteggere il cane

In primavera occhio alle processionarie, pericolo mortale per il cane

Pericolo processionaria: come proteggere il cane
Pericolo processionaria: come proteggere il cane

In primavera prolifera la processionaria, un insetto che può addirittura uccidere il cane. Come evitarla? Come proteggere i nostri cani dal rischio processionaria?

Cos’è la processionaria

La processionaria è un bruco dall’apparenza sostanzialmente innocua. Deve il suo nome comune alla sua abitudine di muoversi in fila indiana con altri simili, formando una lunga catena, una vera e propria processione. Rappresenta, sia per gli esseri umani che per i cani, un pericolo da non sottovalutare mai. Per il cane può addirittura essere mortale.

Dove e quando nidificano le processionarie

Pini e querce sono la dimora preferita dalle processionarie. Il periodo di maggior rischio di contatto con le processionarie inizia a marzo, fase in cui solitamente le larve abbandonano i nidi, e dura almeno sino alla fine di aprile.

Teniamo il cane alla larga dalle processionarie

La processionaria è dotata di peli urticanti che vengono rilasciati nell’aria e che, grazie alla loro forma uncinata, si agganciano facilmente alla vittima provocando reazioni cutanee, alle mucose, agli occhi e alle vie respiratorie. Il cane può entarvi in contatto annusandoli o ingerendoli. Teniamo dunque il nostro cane alla larga dalla processionaria, teniamoci distante -in primavera- da pini e querce. Non lasciamo mai il cane libero al parco. Non perdiamolo mai di vista.

I sintomi del contatto con la processionaria

Se il vostro cane dovesse entrare in contatto con una processionaria ne evidenzierebbe immediatamente i sintomi. Il primo è l’improvvisa e intensa salivazione provocata dal violento processo infiammatorio a carico della bocca e anche dell’esofago e dello stomaco. Farà poi seguito, spesso,il vomito. Poi la lingua si ingrosserà in maniera molto evidente, al punto che potrebbe addirittura provocare il soffocamento del cane stesso. Inizierà quindi la necrosi della parte di lingua entrata in contatto con la processionaria. Il cane mostrerà segni di debolezza, rifiuterà di mangiare e potrà avere sintomi febbrili.

Cosa fare se il cane è entrato in contatto con la processionaria

Indossare guanti in lattice. Lavare immediatamente la bocca del cane con un abbondante soluzione di acqua e bicarbonato per rimuovere i peli della processionaria. È consigliabile utilizzare una siringa senza ago con la quale spruzzare più volte la soluzione di lavaggio in bocca. Non sarà un’operazione semplice, perché il cane avvertirà dolori forti e non si farà manipolare facilmente. Ma va fatto. Poi, portare immediatamente il cane dal veterinario.