Cani in auto: come farli viaggiare al sicuro

Come far viaggiare il nostro cane in auto comodamente, in sicurezza e nel rispetto delle leggi

Cani in auto: come farli viaggiare
Cani in auto: come farli viaggiare

Arriva la bella stagione e con essa si moltiplicano le possibilità di viaggiare in auto insieme al nostro cane.

Come trasportarlo in sicurezza e nel rispetto delle leggi? Come far viaggiare il nostro cane in auto comodamente e al riparo dai pericoli?

Prima di ogni altra cosa vediamo cosa dice la Legge.

L’articolo 169 del Codice della Strada, all’articolo 1, stabilisce che, è vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida.

Poi prosegue dicendo che è consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.

Dunque, se vogliamo far viaggiare il nostro cane nel pieno rispetto del Codice della Strada dobbiamo dotarci di un trasportino oppure installare un apposito divisorio tra vano anteriore e vano posteriore dell’auto, debitamente autorizzato, il divisorio, dalla Motorizzazione Civile.

Salvo casi particolari il trasportino, in gergo detto kennel, rappresenta quindi, e di gran lunga, la soluzione più pratica.

Il trasportino

Far viaggiare il nostro cane all’interno del trasportino garantisce al nostro amico quadrupede un viaggio comodo e sicuro. Frenate improvvise, tamponamenti, brusche variazioni di velocità o di traiettoria possono rappresentare, per il cane, un pericolo dal potenziale molto elevato che, con l’utilizzo di un trasportino ben ancorato alla struttura dell’auto viene a scongiurarsi quasi del tutto. In commercio ne esistono numerosi e vari: di plastica, di ferro, ripiegabili, dalle forme e dalle dimensioni più diverse tra loro. È suggeribile orientarsi verso modelli di plastica rigida, meno offensivi in caso di incidente, rispetto a quelli in ferro. Badiamo di sceglierne uno dalle dimensioni adeguate, che non obblighino cioè il nostro cane ad assumere posizioni sofferte e costrette.

Cani in viaggio: il trasportino
Cani in viaggio: il trasportino

Badiamo inoltre a non collocare troppi bagagli attorno al trasportino. Il cane ha bisogno di aria, di fresco, di luce, di respiro. Teniamo l’area circostante il trasportino più libera possibile, così che il cane non soffra in alcun modo. Abituiamo inoltre il cane al trasportino in maniera progressiva, così che possa affrontare il viaggio senza ansia e nel pieno relax che gli deriva dal sentirsi protetto all’interno della sua tana.

La cintura di sicurezza per il cane

Se a viaggiare con noi è un solo cane, possiamo ricorrere, in alternativa al trasportino, all’utilizzo della cintura di sicurezza. Si tratta di un sistema che, collegato all’imbragatura del cane, si ancora alla cintura di sicurezza a tre punti presente di serie sulle automobili. In caso di collisione o di brusche decelerazioni il cane potrà dunque rimanere ancorato al sedile ed evitare le conseguenze, spesso addirittura mortali, che deriverebbero dall’essere sballottato all’interno dell’auto.

Cintura di sicurezza per cani
Cintura di sicurezza per cani

Durante il viaggio

Cosa fare durante il viaggio, per garantire sicurezza e relax al nostro cane? È di fondamentale importanza prestare attenzione a qualsiasi segnale il cane ci invii. Durante il viaggio in auto infatti il cane potrebbe patire alcune sofferenze: vomito, diarrea, necessità di espletare i propri bisogni fisiologici, necessità di bere, sono tutte occorrenze alle quali dobbiamo prestare la massima attenzione. Evitiamo di tenere una guida brusca, guidiamo dolcemente: il cane può soffrire di mal d’auto proprio come possiamo soffrirne noi. Fermiamoci ogni tanto, così che possa espletare i propri bisogni. Diamogli da bere a sufficienza. Facciamo con lui quattro passi, diamogli modo di scaricare un po’ della stanchezza che inevitabilmente si accumula viaggiando.

Alla fine del viaggio la responsabilità più grande

Alla fine del nostro viaggio in auto in compagnia del cane, siamo chiamati alla responsabilità più grande: non dimentichiamolo all’interno del trasportino. In primavera e in estate la temperatura dell’abitacolo raggiunge livelli molto elevati in pochissimi minuti. Se ci dimenticassimo di lui, se lasciassimo sovrappensiero il nostro cane in auto, lo condanneremmo a morte, una morte terribile. Dunque attenzione: rimaniamo sempre concentrati su di lui e sulla sua presenza in auto, all’interno del trasportino. Non appena spegniamo il motore, corriamo da lui e tiriamolo fuori dall’auto. Se ce ne dimenticassimo non ce lo perdoneremmo mai. Né ce lo perdonerebbe la giustizia. Lasciare il proprio cane chiuso in auto per troppo tempo può far scattare la condanna di cui all’articolo 727, secondo comma, del Codice Penale. Lo ricorda la Corte di cassazione con la sentenza n. 14250 del 9 aprile 2015 che ha confermato una sentenza di condanna inflitta a due imputati che per diverse ore avevano lasciato un Beagle in auto quando all’esterno c’era una temperatura di circa 30 gradi.