siringaVorrei riportare la lettera di un veterinario, pubblicata oggi, 09 settembre 2009,  su  ilGiornale.it a proposito di un farmaco utilizzato per l’eutanasia degli animali in Italia. Personalmente, non conoscevo affatto le informazioni riportate. Ecco ciò che scrive il Dott. Oscar Grazioli, appellandosi al Ministro del Lavoro, della Salute e Politiche Sociali, Maurizio Sacconi:

Caro direttore, ti chiedo spazio per un appello al ministro Maurizio Sacconi. Sono certo di poter contare sulla firma di almeno ventimila veterinari e, se millanto credito, sono pronto a scusarmi pubblicamente con chi manifesterà la sua contrarietà a questa mia. Vengo al sodo. Da diversi lustri, nel nostro Paese, si perpetra uno scandalo sul decantato benessere animale con tanto di imprimatur dei vari ministeri che si sono succeduti nel tempo.

Per fortuna, ai veterinari è concesso, senza ricorrere a polemiche religiose e filosofiche interminabili, di porre fine all’esistenza degli animali, qualora il proprietario e il medico maturino la decisione che la sofferenza della malattia non è più tollerabile e soprattutto non ha più alcuno scopo se non quello fine a se stessa, in quanto la guarigione o il miglioramento delle condizioni non hanno più alcuna speranza di avverarsi. Poi, c’è anche chi crede nei miracoli o chi comunque è assolutamente contrario all’eutanasia anche per gli animali. Ne ho conosciuti alcuni durante la mia professione e giuro che ho pianto di rabbia nel vedere cani e gatti soffrire terribilmente e inutilmente fino alla liberazione della morte, dopo giorni o settimane di una sofferenza che queste povere creature arrivano a interpretare come una punizione per qualche colpa commessa. Sentono, come e più di noi il dolore, ma non possono ovviamente filosofeggiare sulla sua finalità escatologica. Ricorderai che ne abbiamo parlato alcune volte concordando sul pieno rispetto per chi vuole aggrapparsi alla propria vita nonostante tutto, ma restando fermi nel chiedere il diritto a disporre della nostra.

Il fatto che, anche in campo umano, io guardi con invidia alla legislazione di Paesi come l’Olanda, il Belgio, la Svizzera e altri, non vuol dire che prenda con leggerezza l’eutanasia in campo veterinario. Studi recenti hanno messo in luce che la categoria dei veterinari è, tra le libere professioni, quella a più alta incidenza di suicidi e qualcuno ha messo in relazione questo dato con il fatto di trovarsi spesso di fronte all’obbligo morale di somministrare «la buona morte». Certamente non è piacevole dover sopprimere il cane che conosci e segui da sedici anni, però il fatto di potergli risparmiare sofferenze atroci e del tutto inutili, mi è di grande sollievo e fa da contrappeso alla tristezza di dover porre fine alla sua vita.

Ora, in Italia, esiste un’unica specialità registrata per l’eutanasia del cane, del gatto e non si sa bene di quali altri animali. Si chiama Tanax e si tenga presente che, in Paesi come Usa e Gran Bretagna (dove il nome era T61), è stato ritirato da quasi vent’anni, perché la morte avviene fra atroci sofferenze, qualora sia usato per vie non corrette quale la intrapolmonare (in pratica iniezione all’interno del torace). Fatto sta che, nonostante i veterinari lamentino questo sconcio da anni e annorum, il foglietto interno del Tanax riporta, come via di somministrazione, proprio la via intrapolmonare, che diventa in pratica obbligatoria per il gatto e altri non ben identificati animali. Gli studi di Sawyer (forse il migliore anestesista americano) sul T61 (il nostro Tanax) avevano concluso che poteva essere un prodotto accettabile per l’eutanasia degli animali soltanto se usato per via venosa o intracardiaca e soprattutto solo se il suo utilizzo era preceduto dall’anestesia generale.

Per questi motivi il T61 è stato ritirato in Usa, mentre noi saremmo ancora obbligati a usarlo, addirittura mediante dolorosissime iniezioni intrapolmonari, non precedute da profonda sedazione o anestesia. Ho scritto «saremmo» perché ogni bravo veterinario, tutti i giorni, si assume la responsabilità di usarlo fuori dalla legge, in modo contrario a quello scandaloso foglietto illustrativo che poi rappresenta le indicazioni del ministero della Salute. È capitato che un individuo che fatico a chiamare collega ha soppresso il cane di un’infermiera professionale, davanti a lei, iniettando il Tanax per via intrapolmonare. Il cane è morto dopo minuti di urla e singulti, con una seconda iniezione richiesta dalla donna sotto choc. Denunciato all’Ordine dall’infermiera il «collega» è stato prontamente assolto perché ha seguito le indicazioni del foglietto illustrativo, ovvero quelle del ministero.

Ebbene, caro ministro, anche a nome di un associazione (Assovet) di cui sono fondatore e che si occupa di etica e benessere animale, le chiedo di sottoporre urgentemente a revisione se non il prodotto almeno il cosiddetto «bugiardino», che in questo caso chiamerei «scandalino», cassando quella maledetta via intrapolmonare, obbligando alla profonda sedazione, o meglio all’anestesia prima dell’uso e infine eliminando quel «usare sotto il controllo diretto del medico veterinario». Un prodotto che causa la morte va usato dal medico veterinario. Punto. E grazie per quanto sono certo vorrà disporre.

Oscar Grazioli

Voi cosa ne pensate?

41 COMMENTS

  1. gent.mo dottore,
    2 anni orsono ho dovuto fare sopprimere il mio cane.
    Ricordo lo strazio e la disperazione che mi ha assalito.Il veterinario, praticò al mio cane,l’anestesia totale e poi dopo avere verificato la sua reale sedazione,somministrò in vena il veleno.Piangevo a dirotto,ma il veterinario mi consolò (se così si può dire…),dicendo che il cane non si accorse di nulla.Porto ancora nel cuore il ricordo del cane.E’ giusto che anche gli animali non soffrano.Questa è la mia testimonianza.Ale

  2. Egr.io dottore, lunedi scorso ho dovuto sopprimere il mio cane Teo, un adorabile bulldog di 7 anni con una massa maligna posizionata nel cervelletto (lo so perche sono andato a Roma dalle Marche per fare la risonanza) che in tre mesi lo aveva reso immobile in tutti i muscoli (l’ultimo giorno non riusciva nemmeno ad ingoiare l’acqua che gli davo con una spugnetta). Sto molto male ma sono sereno perche il mio veterinario ha usato fedelmente la procedura da lei segnalata ed il mio Teo si è addormentato serenamente tra le mie braccia…per sempre. Ringrazio il mio veterinario perche mi ha confortato dicendo che stavo facendo un gesto d’amore al mio fedele amico.
    Anch’io volevo dare la mia fresca testimonianza e concordare in toto con la sua opinione.Gio

  3. La tematica della sofferenza, del distacco, della morte incute un certo timore ma spesso l’autocontrollo indotto dal senso di impotenza ed ineluttabilità porta verso la desensibilizzazione nei confronti di queste costanti. Non sempre.. o almeno questo è il mio caso. In questi ultimi tempi ho visto morire diversi familiari ma è stato un animale, un bellissimo collie, “Lilly” di 13 anni a smuovere la quiete dei miei pensieri. Non la rivedrò più nel cortile ad inseguire la sua palla gialla. Strano che un fermo autocontrollo possa venir meno al cospetto della soppressione di un animale. Lilly è morta secondo l’opionione del Dott. Oscar Grazioli del quale sposo la sua causa e ringrazio.

    Auguri Lilly, Buon Viaggio

  4. Ho un bellissimo pastore tedesco di quasi 13 anni. E’ nella mia famiglia da quando era cucciola; i miei figli sono cresciuti con lei.
    Io e mio marito dobbiamo prendere una decisione a breve: sofferenza o morte?
    Condividiamo l’eutanasia ma NON è facile.
    Ho un ottimo veterinario e sono sicura che quando arriverà il momento farà il possibile per darle una dolce morte.
    Sandrina

  5. In questo momento sto piangendo come una fontana perchè domani mattina devo portare il mio “Rolly” dal veterinario per praticare la “morte dolce”. So che è la cosa giusta per lui che è pieno di dolori e non cammina quasi più ma il dolore che provo solo al pensiero che non lo avrò più vicino a me è straziante.Certo la vita a volte ti mette a dura prova!!!! Sono stata con lui per 16 anni e mezzo e adesso ….. scusate ma non riesco più a scrivere.

  6. ieri 13 maggio ho dovuto sopprimere la mia adorata sasha, è una bellissima terranova, ha vissuto con me 10 anni, mi manca tantissimo x me era la mia migliore amica, tutti mi dicono ke ho fatto la cosa + giusta ma non so, mi sento in colpa xkè ho deciso io, il veterinario mi ha detto ke era unico atto di amore ke potevo fare.

  7. il giorno 05 06 2010 e morta la mia iris una bellissima femminuccia di rottweiler di 10 anni manca tantissimo a tutti noi in famiglia mio nipote di 4 anni ancora la cerca per le carezze che si faceva fare la mia iris e morta per insuffficenza respiratoria avrei voluto vederla morire a casa ma cosi non e stato. finisco qui perche ancora piango per la mia dolce iris

  8. La mia cagnolina, Chicca, sta molto male…con i suoi 17 anni, nonostante il suo cushing, i suoi molteplici calcoli alla vescica la sopraggiunta rickettsiosi continua a sopravvivere e per adesso sembra ancora senza dolori…ma nel mio cuore sento che non ce la farà ancora per molto e questo mi sta logorando…vederla inappetente, per niente attiva è la cosa più triste anche se dovrei pensare che la sua vita se l’è vissuta tra l’amore di tutti…non sono contraria all’eutanasia, egoisticamente lo farei adesso ma non è ancora il momento. Spero, invece, di trovarla una mattina addormentata per sempre….Betta

  9. secondo me, vera amante degli animali, piu che un dimostrazione d’amore e un sacrificio, e un volere veramente bene al mio amico/amica a 4 zampe….lei/lui non soffrira piu saro ma bensi io , quindi io scelgo soffrire io e non lei o lui….Vi invito a leggere “La morte non e niente” di Henry Scott Holland, lo trovarete scrivendo il titolo .
    cmq e una decisione irreversibile, va presa sotto la valutazione di un bravo veterinario.

  10. Alle ore 21 di ieri il mio Nino, un meticcio rosso tra il volpino e il pincher nano, si è staccato per sempre dalla vita.E’ stata dura decidere, dopo 14 anni di corse nell’erba e dietro le cagnoline, ma il veterinario mi ha assicurato che lo stato comatoso in cui era da tre giorni era irreversibile…non riuscirei a vivere sapendo di avergli causato dolore con la morte dolce. Eppure mi aspettava per salutarmi, e lo ha fatto abbaiando una sola volta, quando l’altro ieri sono andata a prenderlo, infagottato nel suo pannolino e paralitico da due anni ma vivace e tenace, dalla dog sitter al mio rientro dalle vacanze. L’ho preso in braccio come un neonato, gli ho dato un bacio sulla fronte e lui mi ha guardata per l’ultima volta: “mamma portami a casa” prima di entrare in coma.Non riesco a smettere di piangere, eppure la madre mi era morta sei anni fa, ma ogni amore e’ diverso e lui era piccolino……

  11. Grazie a tutti voi per le esperienze riportate. Le situazioni che avete dovuto affrontare con i vostri fedeli amici a 4 zampe sono davvero toccanti..

  12. ieri sera, il nostro piccolo cuore se n’è andato. mike.. yorkshire di 20 anni.. stava male, nn cammina più da qualche giorno, sordo, cieco.. uno strazio vederlo così… 20 anni…. sapete quanti sono??? una vita… l’amico di una vita..
    stava male più del solito ieri sera.. nn ce l’abbiamo fatta più! una siringa e pochi istanti ce l’hanno portato via.. ancora non mi sembra vero..
    piccolo cuoricino… ti abbiamo amato tantissimo

  13. oggi il mio vet ha diagnosticato un tumore ai polmoni alla mia cucciolotta lilly e io mi ritrovo qui nel pieno della notte e guardarla impotente mentre respira faticosamente e mi guarda come se volesse chiedermi di aiutarla, ma io mi sento impotente so che dopo tredici anni devo salutarla per sempre. Sono distrutta, ma vi ringrazio tutti perchè leggendo le vostre testimonianze ora ho capito come dimostrargli il mio affetto con il mio ultimo gesto d’amore… leei si merita una ‘dolce morte’. ti voglio bene lilly

  14. Mash se n’è andato il 1 marzo 2010, dopo 12 anni di vita serena…
    Non solo il nostr veterinario ha sedato profondamente il cane prima della puntura letale…ma adirittura l’EUTANASIA è stata fatta direttamente a casa, sul suo lettino…come se semplicemnete si addormentasse per un pò..e se n’è andato così senza inutili traumi
    ci auguriamo che una volta giunta l’ora tutti i cani abbiano la possibilità di morire così dolcemente

  15. Ci siamo amati rispettati è stato l incontro di due anime mi ha insegnato tantissimo la curiosità la gioia l amore incondizionato la purezza Ogni volta che penso a lui ringrazio il giorno del nostro incontro non casuale che ci ha accompagnati per 16 anni e mezzo Insieme eravamo fortissimi Ho sempre voluto il meglio per lui e ho dovuto porre fine alla sua vita quando ho capito che non era più degna del mio Ghost.Antonella

  16. questa mattina ho dovuto sopprimere il mio Nerone. ho pianto e piango ancora moltissimo per lui. non ho il coraggio di togliere la ciotola dell’acqua che è ancora mezza piena, non ho il coraggio di lavare il pavimento su cui, in controluce, si possono vedere le sue impronte….non sono stata una padrona perfetta ma l’ho Amato veramente tanto ed ora che non c’è più mi sembra impossibile sapere che non lo potrò più accarezzare, guardarlo negli occhi ed augurargli come tutte le sere la buona notte…mi manchi Nerone,buon viaggio…..

  17. ieri 17 febbraio 2011 alle 14.20 ho fatto sopprimere la mia sasha un bellissimo pastore tedesco dopo 14 anni di vita insieme. ho pianto e piango ancora, non ce la facevo piu a vederla soffrire, era piena di metastasi alla fine non riusciva piu a mangiare. sarà sempre nel mio cuore…l’ho amata al contrario del mio ex massimiliano che la prendeva a calci quella fine la doveva fare lui, ti amerò per sempre sasha

  18. Anch’io come voi tutti ho un cagnolino York-Shire… il mio piccolo Dandy… Quasi 17 anni anziano, sordo, cieco e con disturbi di tipo neurologico.Piange ma poi si addormenta, fa pipi’ dappertutto e talvolta l’ho trovato intrappolato in qualche angolo della casa disperato!!! L’ho sempre coccolato, consolato e amato.Adesso è da qualche giorno che mangia pochissimo o quasi niente, é come se avesse deciso di lasciarsi morire. Ho le lacrime agli occhi mentre scrivo tutto ciò perchè purtroppo presto dovrò prendere quella brutta decisione che mi costerà un’immensa sofferenza!! Lo faccio per lui anche se è difficile comprendere che non sia una violenza!!! Ti voglio bene mio piccolo cucciolo!!!!Rimarrai sempre nel mio cuore:-)

  19. Anche il mio adorato slash ieri è volato via. Ho dovuto farlo addormentare per sempre perchè soffriva troppo….La mia veterinaia mi ha detto che era il momento di farlo…e io di lei mi fido…anche se mi sento di averlo tradito..come farò senza di lui, come…lo vedo ancora girare per casa…è stato con me per sedici anni….mi manche slash…e se puoi perdonami

  20. Stamattina il veterinario ha praticato l’iniezione al mio boxer Luna di 10 anni… la malattia iniziata piu di 2 mesi fa stava degenerando con metastasi su varie parti del corpo, lei soffriva e si alzava a fatica, con questo caldo solo per bere e fare i suoi bisogni… era molto legata a me e alla famiglia con un affetto indescrivibile e quasi ci nascondeva la sua sofferenza per non farcela pesare… è stata una scelta difficile ma alla fine credo di averle risparmiato dei giorni (forse qualche settimana) di ulteriori tribolazioni. Addio Luna.

  21. Utilizzo questo spazio per sfogare finalmente il mio dolore che porto dentro dal 1 luglio scorso quando dopo 17 anni di compagnia ho dovuto far praticare l’eutanasia al mio cagnolino adorato. E’ vero che poverino vegetava ormai ma dopo che ha chiuso gli occhietti ed il veterinario ci ha lasciati per qualche minuto soli ho sentito il desiderio di chiedergli piangendo perdono anche se non poteva più sentirmi. Che atto duro e che pena mi porto dentro ma leggendo queste pagine ho avuto la conferma che almeno il mio veterinario si è comportato in modo degno non facendolo soffrire.

  22. grazie x le vostre testimonianze!tra un ora devo portare la mia lady a saltare sul ponte dell’arcobalenoè incredibile è da stamattina che piango e neanche x la perdita di mio padre ho provato cosi tanto dolore!quel che mi fa star male è il non poter vederla piu,e i suoi occhi che micercano sempre!!16 anni di solo amore!!lady perdonami!!basta non riesco piu a scrivere!

  23. Oggi ho portato il mio cane di 15 anni e 1/2 a fare l’iniezione.
    Ormai non ce la faceva più, era pelle e ossa, con problemi di mobilità, incontinenza e cisti in punti dolorosi.
    é stato difficile scegliere per lui, ancor di più vedere il suo sguardo fiducioso… ma non c’era altra scelta, se non vederlo soffrire giorno dopo giorno.
    L’unica consolazione è che il ns veterinario lo ha addormentato,gli ha fatto l’iniezione in vena e lui se ne è andato dormendo.
    Non è per niente facile prendere questa decisione ma a volte bisogna chiedersi se prolungare le sofferenze dei ns amici pelosi non sia solo egoismo.

  24. ci fanno giocare ci fanno divertire…16 anni e mezzo x uno yorkshire sono tanti?non lo so…troppo pochi x me avrei voluto passarne tanti altri insieme a lui ma il 16 febbraio 2012 abbiamo dovuto prendere una decisione terribile…piccolo cucciolo …ti ho voluto tanto bene…ti porto sempre nel cuore stretto stretto<3

  25. Tre giorni fa, il 26 aprile 2012, ho dovuto accompagnare la mia Nancy, una cavia di 11 anni, nel suo ultimo viaggio.
    Purtroppo stava molto male, aveva le zampe posteriori paralizzate, non mangiava da giorni e, nonostante la nutrizione forzata, era magrissima e sarebbe morta comunque.
    Non ce l’ho più fatta a vederla così, e ho dovuto prendere io la decisione.
    Mi fa stare malissimo non averla più con me, ma è stata la decisione migliore.
    La veterinaria mi disse che era talmente debole che mi stava già lasciando con l’anestesia totale…comunque se n’è andata tranquilla e ciò mi rincuora. Se l’avessi tenuta ancora a casa avrebbe solo sofferto. Ciao piccola Nancy.

  26. Ieri ho dovuto far sopprimere la mia cagnetta, mi ha tenuto compagnia per tanti anni. L’ho trovata per la strada undici anni fà, mai disturbato, mai dato problemi chiedeva solo di stare al sicuro con un pò di cibo. In cambio abbiamo avuto veramente tanto e molto di piu’, ha dato tanto a tutta la nostra famiglia con affetto e attenzioni diverse. Splendida. Sono convinta che chi non ha rispetto per questi esseri viventi non ha neppure rispetto per le persone. Volevo ringraziare questo medico che ha avuto il CORAGGIO e l’ONESTA’di denunciare queste barbarie. Con tanta riconoscenza Grazia

  27. Anche per Elio, 15 anni stimati, è arrivato il “grande Cagnone” che se l’ è portato via.
    Ho fatto la cosa giusta? Ho saputo interpretare le sue richieste? Davvero non si poteva aspettare? La somminstrazione di terapie tediose quotidiane, che lo tenevano in vita, era accanimento? Cosa mi stava dicendo con quegli occhi languidi poco prima di addormentarsi? Ho fatto bene a dare retta al veterinario o dovevo portarmenlo via un’ altra volta?
    Non lo so, dubbi che hanno avuto tutti. Mi consola in parte il vedere che non sono l’ unico a sentire questo vuoto immenso, quasi imbarazzante parlando di un animale, ed il peso di aver dovuto decidere al suo posto sperando di avergli fatto in realtà un regalo.
    E’ vero, non c’ è gesto d’ amore più grande, sapendo cosa si prova subito prima e subito dopo, che l’ assumersi questa grande responsabilità.
    In nome di Elio, che riposi in pace

  28. anche io ho dovuto praticare l’eutanasia al mio cane Dinamite dopo 14 anni vissuti insieme , per due anni l’ho accompagnato ovunque per fare i bisogni prendendolo per la coda aveva perso l’uso delle zampe posteriori , gli ho preso anche un carrellino ma non ne voleva sapere ,poi all’improvviso ha perso anche l’uso delle zampe anteriori non mangiava più e ho fatto quello che era giusto per lui si è addormentato senza soffrire ! adesso mi ritrovo davanti ad una scelta difficile perchè anche Teddy non cammina più stà sempre steso a terra con il pannolino e le traverse ha 16 anni e non so cosa fare perchè mangia e abbaia sembra che stia bene ma in realtà non credo che sia così , appena mi sentirò pronta devo fare lo stesso con lui !!! GRAZIE

  29. buona giorno,
    ho letto con attenzione la sua esposizione ed avendo dovuto assistere alla eutanasia del mio amato amico beagle ,non essendoci altrimenti alcun rimadio clinico,devo ringraziare la veterinaria perchè me lo ha fatto trapassare con assoluta serenità ed ho veduto che il suo cuore si è fermato senza che subisse alcun sussulto e la sua espressione era come quella che conoscevo bene di quando dormiva accanto a me.
    se li amiamo dobbiamo evitare loro qualsiasi sofferenza.

  30. lunedì 8 ottobre alle ore 23.00 ho fatto praticare l’eutanasia al mio chicco,uno york schire di 11 anni sofferente da 5 mesi x un tumore al cervello. Curato,coccolato,amato.Amato così tanto che dopo una giornata di attacchi epilettici ravvicinati (uno ogni mezz’ora) ,perdita dell’equilibrio e della vista ho chiamato a casa il suo veterinario,che è stato dolcissimo ,e ho deciso di lasciarlo andare.E’ morto fra le mie braccia e ora riposa in pace nel nostro giardino.
    Soffro moltissimo,lo vedo sempre al mio fianco ma sono sicura di aver fatto la cosa giusta:un atto d’amore x il mio piccolo cucciolotto.Mi ha dato tanto amore e non meritava di soffrire così tanto.
    Ciao piccolo mio.riposa in pace.

  31. Salve mi sento morire solo il pensiero ma sapevo che sarebbe successo il mio Nando. Un meticcio di mezza taglia14anni trovato a porta portese vicino un cassonetto , la mia vita il mio unico amore coccolato viziato ma ora sta molto male a un tumore dietro le zampe posteriori non cammina bene a dolori barcolla e cieco e sordo soffre di ansia ma o deciso anche se è molto difficile mia mamma gia sta male mio papà solo al pensiero che lo deve far lui prenderlo e portarlo dal nostro veterinario no né facile io non voglio sapere e vedere io voglio ricordarlo quando stava bene ma e giusto così loro non possono esprimersi in parole ma soffrono come noi Nando caro Nando ti amaro per sempre .

  32. buona sera a tutti,
    ho un cane di18 anni e 6 mesi..io ne ho pochi di più, siamo cresciuti insieme e ora mi trovo a dover decidere per lui,
    è cieco da due anni, da qualche giorno non riesce a stare in piedi se non per pochi minuti, è quasi sordo e mangia poco e con fatica..io capisco che dopo aver letto tutto ciò verrebbe da dire che la decisione è scontata ma non lo è affatto perché lui mi rende ancora felice come io immagino di rendere felice lui.
    vorrei sapere se da quando è stata scritta la lettera in italia è cambiato qualcosa o se la pratica legale è ancora così crudele.
    grazie!

  33. Proprio oggi ho dovuto far sopprimere il mio caro Leone, fedele compagno per quasi 13 anni. E’ stata ed è tuttora un’esperienza terribile ancorchè fatta in casa, nel suo ambiente, dalla sua veterinaria. Sono stato preso per il collo dal destino così beffardo che mi ha messo alle strette : o vedi il cane patire senza che ci sia possibilità di recupero o sei costretto a ucciderlo ! Anche il cane aveva capito che per lui era finita, abbaiava con un filo di voce contro nemici invisibili, il male, o semplicemente implorava aiuto!
    E’ e sarà sempre uno strazio per un cane che è stato un caro compagno della tua vita e fedele amico,sempre pronto a darti quello di cui hai bisogno, sempre molto meglio di tanti esseri umani che beffa del destino ti conoscono molto bene e sono pronti a farti del male. Gli animali sono meglio delle persone! Spero se esiste un paradiso, di andare in quello degli animali, dove senz’altro troverò il mio caro Leone , ma anche i miei genitori che mi hanno insegnato a volere bene a questi meravigliosi compagni dell’uomo. Forse andrò in un canile per strappare dalla sorte ingrata qualche povero animale, ma ciò non mi conforterà della perdita del mio carissimo Lassie , Leone. Termino perchè stò veramente male..
    Vogliate sempre bene ai vostri cari animali, sono gli unici veri amici che la vita ci permette di avere!

    • L’HAI DETTO ! MEGLIO GLI ANIMALI CHE L’ UOMO ! STAMANE HO SOPRESSO LA MIA CAGNOLINA ” DESY” NON C’ERA POIU’ NULLA DA FARE ” GLI AVETE FATTO UN GRANDE REGALO” CI HA DETTO IL NOSTRO AMICO VETERINARIO ! TRA 2 GIORNI AVREBBE COMPIUTO 15 ANNI ! IO ME LA SENTIVO CHE NON ARRIVAVA AL COMPLEANNO , DA LASSU’ CI PROTEGGERANNO SICURAMENTE I NOSTRI PICCOLI AMICI ! GRAZIE della visione di questo mio sfogo ma e’ un inciso dovuto. SILVANO GAVELLO DA ASTI

  34. ciao a tutti,la mia dolce luna ha un tumore alla mammella diagnosticato ad agosto e non operabile…lei corre e salta ancora nonostante i suoi quasi 13 anni pero’ purtroppo sta’ mattina la terribile scoperta …la massa si è rotta e adesso perde sangue e pus….so’ che non posso lasciarla soffrire e che al piu’ presto dovro’decidere per l’eutanasia ma proprio non ci riesco….non riesco a placare le lacrime qualcuno mi aiuti!!!!!!!!!!!!!lo so’ che non farlo vuol dire essere egoisti ma non posso restare senza la mia dolce luna……….luna non mi lasciare ti prego non ancora…………

  35. Sono disperato, ho dovuto farlo fare al mio piccolo Pablo di 8 anni da una settimana che piango perchè mi sento in colpa, forse non ho fatto abbastanza. Credo che morirò col rimorso.
    Mi consolo un po leggendo le esperienze di altre persone, ma poi continuo a provare una tristezza indescrivibile…..spero che il tempo mi aiuti ad accettare tutto ciò.
    Ti ho voluto bene Pablo e sarai per sempre nel mio cuore.Kurt

  36. Buon giorno a tutti… la mia Nika sta’ per lasciarmi. Dopo 14 meravigliosi e impagabili anni passati insieme, e’ giunto il terribile momento. oramai nemmeno il cortisone le da’ sollievo, respira a fatica e spesso ha delle vere e proprie crisi respiratorie, il conto include un esteso ma non aggressivo tumore mammario, la displasia che non le permette quasi piu’ di alzarsi, e un polmone pieno d’ acqua che la sta soffocando, il mese scorso un’ ictus..”risolto” senza danni apparenti. Il veterinario dice che non c’e’ piu’ nulla da fare, IO HO DECISO DI SOPPRIMERE QUELLA CHE CONSIDERO LA MIA UNICA FIGLIA e quanto dolore mi costi questo non e’ lontanamente descrivibile a parole. Ma mio marito e’ contrario; io sono a casa e mi prendo cura di lei, e salto quando rantola in cerca d’ aria, la guardo soffrire ogni minuto …lui no..lavora. Al ritorno la calcola in totale un’ oretta poi televisore e sparisce il problema.
    Autanasia si o no? Spegnete il televisore.

  37. Io ho dovuto dire addio per sempre al mio adorato Fufi. Aveva 21 anni. Fino al 7 dicembre é stato praticamente bene. Un po sordo un po cieco ma correva mangiava e era presente con noi. Poi dal 7 un primo crollo. Un problema neurologico. Abbiamo fatto cortisone e vitamine. Ha ricominciato a mamgiare e a muoversi. Dopo una settimana un altro crollo. Si é riprso con il cortisone ma …meno. Poi nel giro di 48 ore é diventato cieco e si sono bloccate le zampe dietro. Le medicine non hanno fatto effetto. Non riusciva più a alzarsi. Non sapeva più dov era. Era disorientato. Non scodinzolava più. Non mangiava più. Ha smesso di lottare. Altre volte lo avevamo aiutato per blocco renale e altro ma sempre aveva lottato tra flebo e omogeneizzati spalmati in bocca. Ogni volta aveva ripreso a saltare felice.Adesso non voleva più. Lo avrei tenuto in vita solo per me. Ho deciso di farlo volare sul ponte dell arcobaleno. Lo scorso aprile ho perso mio fratello. Spero che adesso si facciano compagnia a vicenda. É stata durissima abbracciarlo stretto fino alla fine ma mai l avrei lasciato solo in quel momento. Se ne è andata la mia prima fonte di pace. E adesso?

  38. Buongiorno da pochi giorni ho fatto sopprimere il mio amato cane ormai anziano.
    sono inorridita e scioccata … non soltanto per la scelta ,ma per il modo in cui secondo me il cane ha sofferto ….
    pensavo che farlo sopprimere a casa fosse la cosa migliore per lui considerando il fatto che avrebbe dovuto infondo fargli solo un’iniezione,ma non e’ stato così
    il vet gli innietta da prima una sorta di anestesia, avvisandomi che avrebbe potuto evere al limite degli spasmi e che succede qualche volta, e dopo averla fatta mi comunica che e’ a breve durata ( di quanti minuti? non si sa) e mi dice di decidermi a dargli l’ok perché avrebbe incominciato a metabolizzare dando effetto contrario .Io continuo a chiedergli se secondo lui in quel momento lo avrebbe operato ero terrorizzata perché avevo letto su internet che questo tipo di farmaco letale e’ dolorosissimo, il mio cane sembrava che dormisse ma non ero convinta mi sembrava troppo rigido non era rilassato come ho visto su di lui altre volte a seguito di anestesia….
    il vet gli innetta nell’ago pronto nella zampina il farmaco e immediatamente il mio vecchio cane urla disperato di dolore con una forza incredibile che non pensavo potesse avere…ero sotto scioc senza parole…. e poi si rilassa ma il cuore continua a battere per altri 5 mn …la giustificazione del vet e’ stata : puo succedere nel momento della morte ,succede anche alle persone …..SI MA DI DOLORE!!!aiutatemi a darmi delle risposte certe

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.