Il cane e i botti di Capodanno

Anche quest’anno purtroppo, come di consuetudine, molte persone festeggeranno la notte del 31 dicembre con i cosiddetti botti di Capodanno. Essendo dotati di un udito molto più sensibile e delicato del nostro (riescono a sentire frequenze che si avvicinano agli ultrasuoni anche con vibrazioni fino a 100.000), i pelosoni, possono spaventarsi moltissimo per il rumore prodotto da petardi e fuochi d’artificio. Alcuni, impauriti, tendono a nascondersi in luoghi riparati dove si sentono al sicuro, (ad es. nella loro cuccia, sotto il letto, sotto altri mobili della casa) mentre altri, se non sorvegliati adeguatamente, potrebbero addirittura scappare e smarrirsi rischiando di finire anche sulla strada. Come si può proteggerli da questo pericolo? Ecco alcuni suggerimenti:

  • Se possibile, evitare di lasciare il cane da solo o in compagnia di estranei.
  • Chiudere finestre e tapparelle della stanza dove si trova.
  • Cercare di distrarlo con il gioco o altre cose.
  • Non impedirgli di andare a nascondersi dove vuole.
  • Non coccolarlo e non rassicurarlo (confermerebbe la sua paura).
  • Fare finta di niente, trattandolo in modo normale.
  • Nei casi più difficili, consultare il veterinario per la somministrazione di un eventuale leggero tranquillante.