Pulci e zecche sui treni? No, cimici!

Subito un aggiornamento sul fronte dei treni infestati da pulci e zecche cui accennavo appena ieri. È di stamani la notizia, riportata online da CronacaQui ma anche da alcuni quotidiani in edicola, secondo cui i risultati dei test effettuati in laboratorio avrebbero evidenziato che i vagoni di Trenitalia sarebbero infestati da cimici, in particolare dalla cimex lectularius. La cimex lectularius detta anche cimice dei letti è un insetto che si nutre quasi esclusivamente di sangue umano, pur non disdegnando, a volte, quello di animali domestici, pollame, uccelli e pipistrelli. Diffusa in Europa fino agli anni ’50, sla cimex lectularius sembrava quasi completamente sparita grazie al miglioramento delle condizioni igieniche e all’uso di efficaci insetticidi come il DDT. Negli ultimi 6-8 anni, però, la cimice dei letti è ricomparsa fino al punto di diffondersi ormai un po’ in tutto il mondo. La si può trovare in alberghi, pensioni, e nei mezzi di trasporto pubblico. Qui alcuni approfondimenti in merito.